Continuano i disservizi degli autobus

pullmanN01-300x2251-150x150 Continuano i disservizi degli autobus

Continuano i disservizi dell’unica compagnia di autolinee che attraversa la città di Bisignano, con pendolari, studenti e lavoratori sempre più sull’orlo di una crisi di nervi. Aumentano i disagi dei cittadini che ogni giorno si incamminano ai luoghi di lavoro e studio con i mezzi pubblici, con orari non più accettabili per un paese di undici mila abitanti, terra del secondo santo di Calabria, e con un svincolo autostradale a pochi chilometri. Sono gli studenti universitari a esser maggiormente svantaggiati, che se già di mattina facevano gli straordinari per arrivare all’Unical ora devono compiere i salti mortali.

All’andata, infatti, un pullman portava i ragazzi alle 7.40 (cosa già di per sé improponibile con l’inizio delle lezioni alle 9) ed ora, con l’arrivo dell’estate, questo autobus prende il letargo e interrompe la linea, costringendo i ragazzi a prendere il pullman alle 6.45. Al ritorno si registra solo un mezzo che passa all’Unical alle ore 18.15 circa, e c’è da dire che gli esponenti politici non si sono mai prodigati con grande forza in ultimatum o fatto pressioni sull’azienda per interrompere questa scarsa considerazione dei cittadini bisignanesi. Pochi sono stati le dichiarazioni in merito sull’argomento in questione (da Francesco Lo Giudice, Mario Palermo e ultimamente Francesco Fucile ed Elio Rago) ed è addirittura ridicolo pensare di proporre il centro storico come meta per possibili case dello studente, considerando l’utopia dell’ esser maggiormente considerati. Bisignano per altro è in netto svantaggio rispetto alle altre cittadine: una sola compagnia di autolinee e con orari non eccelsi, in netto svantaggio anche con Luzzi e Mongrassano che sono maggiormente collegati con l’intera provincia. A tutto ciò si aggiungono altre inefficienze, come i cambi d’orario non comunicati e le rotture improvvise degli stessi messi, spesso inadeguati alle esigenze di un tranquillo confort. Una situazione che, nel 2011, non sembra più accettabile.

Massimo Maneggio
su: Calabriaora

Dm Web di De Marco Fabrizio

2 Commenti

  1. Sciaguratemente mi tocca prendere l’autobus per andare a fare le mie lezioni da matricola dopo gli anni del liceo…beh è una situazione imbarazzante! Ho letto tanti articoli inerenti al problema dei bus per gli studenti universitari e, nonostante, le pronte cronache sui disagi nessuno ha fatto nulla!!! Ma possibile che gli studenti-pentolari non si siano mai ribellati concretamente????
    Certo che come la metti metti, qua tutto va bene!!!!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here