Consorzio Bonifica: per i proprietari di piccoli appezzamenti la tariffa è stata ridotta

L’Amministrazione Comunale soddisfatta per il buon esito dalle vicenda bolletta agli agricoltori ringrazia il Consorzio di Bonifica e le altre organizzazioni dell’agricoltura insieme anche ai nostri agricoltori che si erano costituiti in comitato spontaneo la sinergia e il dialogo civile tra le parti ha dato i suoi frutti. Sono state accolte le richieste dei proprietari dei terreni agricoli interessati, infatti la tariffa per i proprietari di piccoli appezzamenti è stata ridotta da 90 euro a 50 euro. Rimane ancora in piedi la questione relativa ai terreni delle zone asciutte, ci auguriamo che l’Ass. Regionale all’Agricoltura possa al più presto intervenire affinché la richiesta di sgravio richiesta possa essere accolta.

L’Assessore all’Agricoltura Franco Falcone ribadisce ancora una volta la pregevole funzione del nostro consorzio con il quale si intende mantenere forte il rapporto di collaborazione al fine di migliorare sempre di più le condizioni dei nostri agricoltori che con il loro impegno ed il loro lavoro rappresentano una risorsa economica di grande volare per la nostra comunità e per la valorizzazione dei prodotti agricoli del nostro territorio. L’Assessore inoltre ricorda che anche quest’anno  i nostri agricoltori hanno usufruito del servizio idrico anche nel periodo invernale che ha così garantito la produzione delle colture protette (sotto serra) invernali. Questo servizio ha determinato un consistente risparmio energetico per gli stessi agricoltori.

Comunicato Stampa: Amministrazione Comunale

5 Commenti

  1. Complimenti a tutta l’Amministrazione Comunale e in particolare all’Assessore Falcone per il meraviglioso risultato ottenuto nel raggiungimento del dimezzamento delle tariffe riguardanti gli avvisi di pagamento del Consorzio di Bonifica relative alle zone a valle di Bisignano. Congratulazioni, al Sindaco per tutte le battaglie e le riunioni di piazza promosse per il raggiungimento di un traguardo così importante per l’intera comunità. A tal proposito, è obbligatorio ricordare a tutti i cittadini l’immane sforzo certosino e personalissimo compiuto da parte del Primo Cittadino di Bisignano nella pratica eccelsa di raccogliere le firme, recandosi a casa di tutti quei cittadini “torturati” dagli avvisi di pagamento, al fine di sottoscrivere una petizione di 989 autografi , inviata anche alla Regione Calabria, impiegando i soldini di tasca propria. Oggi, tutta l’Amministrazione “Umiliana” ha coronato un grandissimo risultato amministrativo. Infatti, dopo l’accordo preso con il dirigente di zona del Consorzio insieme all’assessorato all’agricoltura del Comune di Bisignano possiamo acclamare la notizia che nelle zone a valle si pagheranno la metà dei contributi di bonifica grazie agli sforzi dell’Umile Bisignano. Nei territori a monte, invece, dovranno pagare tutti e integralmente un servizio che non è mai esistito! Il Sindaco, infatti, non ha fatto in tempo a discutere di quest’ultimo problema con chi di dovere, poiché preso dai tanti rimpasti pre-elettorali. Carissimi frustrati esponenti dell’Unione Comitati Cittadini Liberi per quale motivo non siete stati mai capaci di promuovere una sola manifestazione di piazza, magari da fare nella zona della chiesa San Tommaso Apostolo? Come mai non avete incoraggiato una semplice petizioni di firme e sollecitato con la forza, anche quasi strappandovi i capelli, il Sindaco e tutta la sua amministrazione a interessarsi al problema del Consorzio? Sedicenti, deficienti e balordi che non siete altro, perché non avete mosso un solo dito in tutto questo tempo a difesa dei poveri agricoltori, i quali non avevano neppure la strada per accedere ai loro terreni? Per quale ragione non vi siete riuniti una volta a settimana, oppure perché almeno una volta al mese non vi siete recati alla sede della Regione Calabria? Potevate preparare tutto e, invece, avete lasciato l’immane, l’enorme, il mastodontico sforzo, soltanto all’Umile Santo di Bisignano. Unione dei Comitati Cittadini Liberi non ricordo bene il motivo della vostra presenza sul territorio, era legato, forse alla produzione di frittelle con lo zucchero, mentre il “Santo Umile di Bisignano” le doveva mangiare a colazione? Alberto De Luca, Unione Comitati Cittadini Liberi, riflessione e occhi aperti.

  2. Egregio signor De Luca ho letto con interesse la vostra lotta riguardo il Consorzio Valle Crati, la mia famiglia possiede un terreno agricolo collinare e scosceso in zona sottostante l’abitato di Casole Bruzio, non abbiamo mai usufruito di servizi di bonifica, seppur estremamente necessari in quanto esistono diversi smottamenti dovuti alla non regimentazione delle acque piovane e addirittura di fognature a cielo aperto né di qualsiasi impianto di irrigazione, da pochi giorni ci è stata recapitata una raccomantata di Equitalia con ingiunzione di pagamento di una quota consortile riferita ad anni passati per l’ammontare di circa €. 90,00 negli anni passati sono state sempre regolarmente e forse stupidamente pagate le somme richieste da me e da tutti i proprietari della zona anche se non abbiamo mai usufruito di qualsiasi servizio o bonifica del territorio, per aderire al comitato e per unirmi a eventuale azione di denuncia collettiva cosa devo fare? . Attendo vostre gentili risposte.
    Michele Ponte

  3. Le parole erano : “Il consorzio ha fatto un gran lavoro , mentre altre persone (probabilmente dal tono e dalla faccia si riferiva al consorzio) si lamentano per una decina di euro in più “.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here