Consiglio comunale e cultura, le ultime da Santa Sofia d’Epiro

Letture: 1125
R&B Sport

Si è svolto ieri il consiglio comunale sofioto, realizzato tramite tecnologia Sportcom.tv

Sei i punti all’ordine del giorno, approvati. Nel corso del dibattimento, il sindaco Daniele Atanasio Sisca ha ribadito come: “Si è ritenuto opportuno non disporre la proroga della chiusura per come previsto con la mia ordinanza n.80 in scadenza oggi. Pertanto, lunedì si ritorna alla didattica in presenza per tutte le scuole di ogni ordine e grado”.

In materia scolastica e culturale, l’annuncio della consigliera Nunzia Spagnuolo: “Sono stati consegnati alla biblioteca comunale A.Masci di Santa Sofia d’Epiro una carrellata di libri acquistati con il fondo Feib del Mibac. Nella scelta dei testi è stata dedicata particolare attenzione alla cultura, alla storia e alle tradizioni albanesi, nonché alla cultura e alla storia del nostro paese e della nostra Regione. Una ricca sezione è stata anche dedicata al tema delle piante spontanee, con l’obiettivo di dare forza e vigore al nostro bellissimo erbario nel museo del territorio. Altra nostra priorità è stata la valorizzazione degli autori locali con l’augurio che ciascuno di loro possa continuare a dare lustro al nostro territorio con opere di pregevole fatture ed interesse. Ampio spazio è stato destinato anche all’acquisto di testi per i bambini e per i ragazzi proprio perché la rinascita culturale parte da loro, con l’obiettivo di realizzare al più presto attività didattiche culturali che possano incentivare e risvegliare in essi l’interesse per il gusto della lettura. Infine un ringraziamento di vero cuore per tutti i preziosi consigli ricevuti da tutte le persone da me interpellate, senza i quali non sarebbe stato possibile raggiungere un risultato così soddisfacente. Non vediamo l’ora di accogliervi presso la nostra biblioteca comunale”. Lodi anche dallo stesso sindaco, che ha ribadito l’impegno della consigliera Spagnuolo: “Per aver scelto in modo scrupoloso i libri da acquistare e da inserire nel patrimonio della biblioteca comunale, e grazie alle tante persone che hanno collaborato con te”