Conferenza Stampa dell’amministrazione Comunale

La conferenza stampa dell’amministrazione comunale ripresenta le convinzioni della maggioranza, e in particolare del vice sindaco Antonello Gallo e del primo cittadino Umile Bisignano. Svolta nella sala consiliare, la conferenza, durata circa un’ora, ha rimarcato alcuni punti cardini dell’attuale forza governativa, con Gallo e Bisignano che, quasi come un libro aperto, non hanno lesinato i loro pensieri. L’inizio di Antonello Gallo è quasi uno sfogo:<<Quando nel 2007 – afferma Gallo – partimmo ad armi pari, la gente si schierò con noi grazie alla valanga di voti ricevuti, che non portò al potere l’attuale opposizione. La democrazia implica una procedura grande e forse ancora qualcuno non digerisce lo scarto di voti che abbiamo inflitto. Diamoci tutti una regolata, perché bisogna dire soltanto la verità>>.

Gallo, sottolineando, poi, i doveri del buon politico, lascia la parola al sindaco Umile Bisignano. Il primo cittadino, sulla falsariga del suo vice, parte con un’analisi del clima politico attuale:<<Alcuni personaggi – afferma Bisignano – ci fanno passare per quelli che non siamo. La politica a Bisignano era morta da tempo e ora qualcuno si trova in difficoltà, con politici che in passato non erano in grado di accedere a un finanziamento nonostante il centro-sinistra governasse dovunque. Forse ci facciamo tanti nemici perché sappiamo dire anche di no>>.

Il sindaco, al solito immediato e senza parafrasi retoriche, non manca anche di elencare l’operato di questa amministrazione:<<Abbiamo trasformato la casa di riposo “Vincenzo Giglio” in un albergo a cinque stelle e per il santuario ci hanno promesso 1,2 milioni di euro dalla Regione Calabria e ora bisognerà attendere il decreto>>.

Il sindaco replica anche al consigliere Giampiero Esposito affermando:<<Nel 2002 sono riusciti (riferendosi all’amministrazione D’Alessandro di cui ne faceva parte Esposito, ndr) a litigare con i frati nel momento di festa: quello della canonizzazione. Il discorso del santuario è tra l’amministrazione comunale, la comunità francescana e altre persone competenti, ma non di chi cerca di cavalcare l’onda. Il nostro pensiero principale – conclude Umile Bisignano – è la crescita della nostra città: tutto il resto non ci interessa>>.

Massimo Maneggio
su: Calabriaora

Dm Web di De Marco Fabrizio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here