CITTA’ DI BISIGNANO FUTSAL- CITTA’ DI FUSCALDO, UN 6-8 CHE CONVINCE POCO MA…”CHI VA PIANO….”

Iniziata alle 15.05 e termina alle 16.20 di oggi, 27 settembre 2014, la prima partita di campionato serie C2 Calcio a 5. Protagoniste, nella palestra comunale di Bisignano, la nostra Città di Bisignano Futsal contro la Città di Fuscaldo, la quale ha portato a casa la vittoria di 8 reti a 6. Vediamo un po’ cosa è successo. Al 2’ C. Bisignano si guadagna un fallo che A. Bisignano trasforma in goal al minuto successivo. Al 7’ va a segno S. Mazzei, che sposta l’obiettivo dalla squadra di mister Ferraro che, quasi senza rendersene conto, subisce quattro goal uno dietro l’altro: al 10’ A. Leta, al 12’ L. Cinnanti, al 14’ ancora S. Mazzei ed al 16’ P. Novello. A spezzare questa catena, ci pensa ancora A. Bisignano al 19’, che vuole provare a prendere lui in mano la situazione mettendo ancora il pallone in rete al 32’. Intanto, R. Massaro, fa una gran bella parata, che ripeterà, poi, al 2’ del secondo tempo, mentre, dall’altra parte, A. Leta prova un tiro in rovesciata ma che, ahimè, fa letteralmente un buco nell’aria. Stiamo sul 2-5. C. Leta non ci sta, e, senza far finire di esultare il pubblico mette a segno, al 33’, il goal del 2-6. L’arbitro, Lucy Molinaro di Lamezia, oltre a convalidare il goal, mostra il cartellino giallo al nostro capitano C. Bisignano per proteste. Al 35’ accade che, A. Leta punta la porta e tira, la palla la tocca, però, M. Barbuto del Bisignano che si macchia di un’autorete. Alle 15.40, con un risultato provvisorio di 3-7, l’arbitro, manda tutti negli spogliatoi. Il secondo tempo inizia alle 15.47, con il goal, al minuto dopo, di un M. Barbuto che vuole riscattarsi. Al 6’, M. Leta viene ammonito per proteste, ma già al 7’, A. Leta, con il suo goal, gli fa scordare il giallo. 4-8. Dopo il time-out chiesto da mister Ferraro, al 16’, è ancora A. Bisignano a bucare la porta, ed a portare i padroni di casa sul 5-8, che trasformerà in 6-8 al 19’, sempre lui. L’arbitro ammonisce M. Barbuto prima di segnalare i 3 minuti di recupero, ma ha ancora inchiostro in penna per segnare l’ammonizione di A. Falsetta, sempre per proteste. La partita finisce, 6-8, con l’amaro in bocca del pubblico che, come i giocatori stessi, ha visto troppa aggressività da parte del Fuscaldo, molte volte non sanzionata adeguatamente: due tocchi di braccio, un fallo brutto su Falsetta che perdeva sangue dal ginocchio ed un altro sul portiere. Tanti sono stati i pali presi da entrambe le squadre, tanti i tiri provati. Partita a parte, vorrei aprire una parentesi su due grandi ritorni in panchina: S. Villella, portiere della Città di Bisignano Futsal che, si è ripreso dopo un doloroso infortunio al braccio; L. Guido, componente della squadra e vicepresidente che, tornato dal viaggio di nozze, dovrà riprendere i ritmi della squadra. In campo abbiamo goduto di un altro piacevole ritorno, parlo di M. Barbuto e, come consuetudine, ha fatto sentire la sua determinante presenza. Chiusa parentesi, una cosa è certa: la squadra di mister Ferraro non era al top stavolta, ma il detto dice: “Chi va piano, va lontano!” Allora affidiamoci alla saggezza antica per sperare in un campionato che…li porti, ci porti, lontano!!

Federica Giovinco

20140927_150447-300x168 CITTA' DI BISIGNANO FUTSAL- CITTA' DI FUSCALDO, UN 6-8 CHE CONVINCE POCO MA..."CHI VA PIANO...."

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here