Castrovillari, tutto è pronto per la Festa dell’Acqua

castrovillari-300x201 Castrovillari, tutto è pronto per la Festa dell'Acqua

E’ tutto pronto per la cerimonia d’apertura della Festa dell’Acqua, ideata dall’Amministrazione comunale di Castrovillari, che si terrà giorno 28 maggio alle ore 10,30 nell’aula magna dell’Istituto Tecnico Statale “Enrico Fermi” di Castrovillari alla presenza del Sindaco, Blaiotta, dell’Assessore Regionale alla Cultura, onorevole Mario Caligiuri, del Presidente del Parco Nazionale del Pollino, onorevole Domenico Pappaterra, del Dirigente scolastico Provinciale, Luigi Troccoli, e del Dirigente dell’Istituto Tecnico “Enrico Fermi”, Clementina Iannuzzi, i quali commenteranno, dinanzi ad una rappresentanza di studenti, di dirigenti scolastici e funzionari del Corpo Forestale dello Stato, le relazioni sugli studi condotti sulle acque a Castrovillari. Gli esiti delle analisi chimico-fisiche- batteriologiche arricchiranno il censimento delle 86 sorgenti presenti sul territorio che l’Amministrazione ha già provveduto a localizzare geograficamente, fotografandole e registrandone le portate.
Durante la cerimonia d’apertura al “Fermi” sarà proiettato anche un filmato realizzato da Mimmo Pace dal titolo “Acqua di terra nostra”. Per l’occasione è stata ripulita dalle scritte vandaliche la fontana di San Giuseppe.
“La manifestazione è volta a rendere consapevole la cittadinanza della presenza abbondante di questa vitale risorsa naturale nella nostra area e finalizzata a creare una coscienza civica.” Lo hanno dichiarato il Sindaco, Franco Blaiotta, e l’Assessore all’Urbanistica e Programmazione Territoriale, Mariarosaria D’Atri, precisando che “gli appuntamenti che si sono tenuti con le scolaresche hanno coinvolto, appassionando particolarmente”.
Grazie ai dirigenti scolastici Bruno Barreca delle scuole medie, Giuseppina Campanella e Gisella Mainieri delle scuole elementari, l’Amministrazione Comunale di Castrovillari ha svolto con 200 alunni le attività didattiche previste dal programma scolastico relativo alla Festa . Dopo le lezioni teoriche, durante le quali gli ingegneri Francesco Saraceni e Fedele L’Avena hanno spiegato i motivi della manifestazione facendo, così, cogliere ai giovani studenti l’importanza dell’acqua nella natura e nella vita quotidiana, si sono svolte delle visite guidate.

La sorgente della Pietà, il sistema di captazione della sorgente di San Giovanni e il sistema di telecontrollo dell’acquedotto del Comune di Castrovillari sono stati i luoghi raggiunti dagli alunni insieme alle maestre del Villaggio Scolastico, dei Santi Medici e dei professori delle scuole medie Fortunato e De Nicola di Castrovillari. Grande è stato l’interesse degli scolari e dei docenti nel vedere i siti e ascoltare le informazioni tecniche. Alla fine del programma, unanimemente i partecipanti entusiasti hanno apprezzato l’iniziativa ritenendola altamente educativa e sperando che venga riproposta nei prossimi anni.
Intanto, gli studenti e i docenti dell’ITIS di Castrovillari, impegnati ad analizzare le acque delle sorgenti Piangente, San Giovanni, Acquamare, Pietà e Santa Venere, hanno già provveduto a fare i prelievi.
“Da giorno 27 al giorno 29 maggio si svolgerà, invece, -ricorda il Sindaco, Franco Blaiotta- il programma rivolto ai cittadini. Si registrano ad oggi molte adesioni agli eventi proposti dalla manifestazione.
“Come previsto saranno effettuate –aggiunge- delle visite guidate alle principali sorgenti di Castrovillari quali : Vascello, Principe, Piangente, Pietà, Ciminito, Petraro, Acquamare, Cornice e Santo Jorio e alle fontane storiche di Sant’Aniceto, San Giovanni Vecchio e San Giuseppe. Al laghetto della Pietà, poi, verranno organizzati degli eventi sportivi quali la gara di pesca e un’esibizione di modellismo sull’acqua, mentre nel piazzale antistante le sorgenti della Pietà si svolgeranno dei giochi con l’acqua”
“Tutto ciò -sostiene ancora- affinché possiamo essere meglio educati al corretto utilizzo e al rispetto dell’acqua. Infatti l’uso di una risorsa vitale e limitata come l’acqua è una delle grandi sfide che l’umanità ha di fronte a sé nella ricerca di una gestione sostenibile del pianeta. Ed è proprio in un’area come quella del Pollino, ricca di acqua, che è necessario avviare un progetto di valorizzazione di una risorsa a cui spesso non si attribuisce il giusto valore. Obiettivo importante di questa iniziativa, dunque -afferma Blaiotta-, è soprattutto quello di coniugare la promozione del nostro territorio con la risorsa naturale più rappresentativa che è l’acqua”.
Domenica, infine, il programma della Festa dell’Acqua prevede la santa Messa presso la chiesa della Pietà. L’Amministrazione ringrazia tutte le associazioni e imprese che hanno collaborato con grande spirito civico, in forma volontaria, all’allestimento della Festa dell’Acqua.

Dm Web di De Marco Fabrizio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here