Caso Vittorio Veneto, l’amministrazione informa sul suo operato

Letture: 960
R&B Sport

COMUNICATO STAMPA
L’Amministrazione Comunale esprime grande rammarico e forte preoccupazione per quanto accaduto in questi ultimi giorni nella traversa di via Vittorio Veneto del nostro Comune, in merito al ritrovamento di diverse carcasse di gatti, la cui presenza è stata segnalata dai cittadini lì residenti.
In merito allo spiacevole accaduto, l’Amministrazione comunica che:

– Ha preso atto della denuncia contro ignoti depositata presso il Comando della Polizia Municipale, il quale l’ha trasmessa immediatamente alla Procura della Repubblica di Cosenza;
– Ha predisposto l’affissione di diversi cartelli di allerta nella zona interessata, al fine di avvisare la cittadinanza della possibile presenza di materiale sospetto ed eventuali sostanze velenose ancora presenti sul posto.
– Ha avvisato l’Azienda Sanitaria Provinciale di Cosenza, che ha provveduto prontamente a effettuare sopralluogo per tramite del dirigente del Servizio Veterinario Area C, dott. Andrea Iorio.
– Ha preso atto del verbale del detto sopralluogo, da cui è emerso che, oltre ai gatti rivenuti dai cittadini su suolo pubblico, sono state individuate ulteriori carcasse in suolo privato, per la rimozione e smaltimento delle quali il Sindaco ha emesso apposita e immediata ordinanza.
– Ha predisposto bonifica dell’intera area interessata, al fine di evitare qualsivoglia altro rischio per persone e animali.

L’Amministrazione Comunale, inoltre, tiene a precisare che, considerata la gravità dell’episodio ha ritenuto opportuno, prima di fare comunicazioni, attivare tutte le procedure di propria competenza, al fine prioritario ed esclusivo di tutelare la salute di persone e animali.
Con l’occasione, infine, L’Amministrazione ribadisce la ferma condanna a ogni forma di violenza nei confronti degli animali, e annuncia nuove iniziative di sensibilizzazione e maggiori controlli per la loro tutela.

Bisignano, 16 luglio 2019

ASSESSORE ALLA TUTELA DEGLI ANIMALI & IL SINDACO ALESSIA PREZIOSO FRANCESCO LO GIUDICE