Caso cinghiali, Gallo in difesa dei territori

Letture: 741

L’assessore regionale Gianluca Gallo ha preso posizione sulla questione cinghiali, che anche a Bisignano rappresenta un’emergenza. Come rimarcato anche dall’assessore bisignanese Francesco Chiaravalle, l’impegno è massimo per risolvere il problema.

Di seguito, il comunicato di Gallo

Oggi a Roma si è tenuta una riunione tra gli assessori all’agricoltura di tutte le Regioni d’Italia, presente la sottosegretaria alla Transizione Ecologica, Vannia Gava. Nel corso dei lavori si è discusso anche dell’invasione degli ungulati e, finalmente, il Governo sembra aver recepito le istanze dei territori.

In particolare, il Ministero della Transizione ecologica ha accolto e fatto propria la nostra richiesta unanime di inserire in un decreto legge (da adottare nel giro delle prossime settimane) nuove misure utili al contenimento dei cinghiali.

Se l’impegno assunto sarà mantenuto, avremo diverse novità informative, di un certo rilievo.

In particolare:

  • la durata del calendario venatorio per la caccia al cinghiale sarà prolungata di due mesi.
  • I piani di abbattimento potranno essere autorizzati anche per motivi sanitari, per la tutela del suolo, la difesa delle produzioni zoo-agro-forestali, per la sicurezza e l’incolumità pubblica.
  • Sarà possibile operare anche nelle zone vietate alla caccia e nei contesti urbani.
  • Nelle azioni di contenimento potranno essere impiegati, oltre ai selettori, anche i Carabinieri Forestali, la Polizia Locale ed i proprietari o conduttori dei fondi, muniti di licenze per l’esercizio venatorio.
  • Continueremo ora a seguire l’evoluzione degli eventi, confidando che l’impegno delle Regioni, condiviso peraltro anche dal Mipaaf, venga presto trasformato in legge.