Caschi per Bici? Le varie caratteristiche

Letture: 938

Quando si va in bici, indipendentemente dal fatto che lo si faccia per hobby o per attività agonistica, non può mancare un buon casco, utile per proteggere in caso di urti o cadute. Attraverso questo articolo parleremo di caschi, analizzando le caratteristiche di ognuno di essi.

Ciò che va precisato è che il casco bici cambia in base alla disciplina praticata, pertanto gli amanti della mountain bike dovranno scegliere un modello piuttosto che un altro, stesso discorso per chi pedala in città con bici da corsa. Attraverso questo articolo analizzeremo le principali caratteristiche delle diverse tipologie di caso per bici presenti sul mercato.

– Casco per biciclette da corsa

Partiamo con l’analizzare i caschi per biciclette da corsa, evidenziando le varie caratteristiche che presenta.

Ciò che conta per questo tipo di disciplina sono due aspetti, ovvero la ventilazione e la velocità, pertanto è opportuno combinare entrambe le cose. Spesso si crede che maggiore sarà il prezzo del bene e più alta sarà la ventilazione, e probabilmente è vero, in quanto per realizzare un prodotto di qualità che rispetti le normative di sicurezza è richiesto un processo produttivo complesso.

Un modello più economico di  è di solito costituito da fori di ventilazione in numero inferiore e da un grande blocco di schiuma. Questo però non significa che la fascia cara presenti caschi con molti fori, e quella economica con meno, infatti è possibile trovare tipologie di caschi diverse a qualunque prezzo.

Un ottimo esempio di casco da bici da corsa è il Kask Prtone, che è realizzato in modo da offrire la giusta ventilazione alla testa del ciclista. Si tratta di un modello aerodinamico, che in virtù delle sue caratteristiche risulta essere costoso,. Tuttavia è possibile trovare anche caschi più economici con caratteristiche simili, che tuttavia sono meno comodi e più pesanti. Molto però dipende dalle esigenze di chi lo indossa.

– Caschi per bici a cronometro

Chi invece pratica la disciplina a cronometro e quindi deve puntare molto sulla velocità della propria bici, deve per optare per un casco aerodinamico, che riducono la resistenza dell’aria al minimo. Alcuni esempi di questo tipo sono POC Cerebel en Giro Aerohead MIPS, ma anche il Kask Bambino Pro. Le caratteristiche principali di questi modello sono l’assenza di fori, infatti è un casco chiuso, anche la stessa visiera, proprio per garantire maggiore aerodinamicità.

– Casco per mountain bike

Altra tipologia di caschi invece deve essere scelta da coloro i quali praticano mountain bike. Infatti rispetto alle precedenti discipline, questi sono realizzati per garantire elevata protezione anche dal sole e dalla sporcizia. Pensati appositamente per chi pedala in zone di montagna, o anche nei boschi, dove è presente molta terra che potrebbe andare negli occhi creando non pochi fastidi.

– Altre tipologie di caschi

Altro modello è quello dei caschi per bici con pedalata assistita, infatti una cosa importante che va segnalata è che dal 2020 è diventato obbligatorio indossare il casco anche per questa disciplina. Questo perché comunque si corre un rischio notevole di caduta o di urto, pertanto è necessario tutelarsi per avere la massima sicurezza.
Anche i bambini possono disporre di caschi pensati appositamente per loro. Si tratta di una categoria particolare, pertanto sono stati realizzati modelli colorati, con disegni e diverse fantasie, al fine di invogliare anche all’utilizzo i piccoli ciclisti.

– Caschi integrali

E’ bene dedicare anche ai più coraggiosi una categoria di caschi. C’è infatti chi non si accontenta della mountain bike e dei percorsi rocciosi e predilige sentieri ancora più insidiosi. In questo è necessario disporre di un accessorio ancora più sicuro, un semplice casco infatti non sarebbe sufficiente a reggere l’urto in caso di cadute o incidenti.

Per questo motivo il casco integrale è quello che meglio si adatta a situazioni di questo genere, proteggendo tutta la testa e consentendo al ciclista di affrontare anche le discese con la propria bici downhill. Oltre a garantire una completa copertura, presenta anche un ulteriore protezione al mento, il consiglio è però sempre quello di proteggere tutto il corpo, integrando il casco con altri accessori molto utili.