Campagna prevenzione incendi stagione 2018

Il sindaco di Bisignano ha emesso l’ordinanza rivolta a tutti gli Enti interessati operanti nel territorio Comunale ed ai Privati proprietari, possessori o conduttori a qualsiasi titolo di boschi, terreni agrari coltivati, incolti, abbandonati, prati, pascoli ed aree incolte, giardini ecc.

Si dovrà provvedere entro il 15 Maggio 2018 alla pulizia dei terreni, scarpate, fossi di scolo e al taglio delle piante sporgenti.

Nello specifico:

1. decespugliamento ed alla rimozione delle erbe secche, di arbusti, rovi ed eventuali rifiuti, in quanto ritenuti possibili cause di innesco e propagazione di incendi;

2. al taglio di rami e piante sporgenti per strade, piazze, parchi e luoghi pubblici in genere, oltre i limiti stabiliti dal vigente Codice della Strada e di tutti gli elementi che costituiscono pericolo per le persone e cose, ed alla rimozione di erbacce secche, arbusti ed eventuali rrifiuti considereati combustibili, nonchè all’eliminazione delle parti di alberi pericolanti, alla riduzione degli stessi o alla loro eventuale eliminazione, qualora in questa ultima ipotesi se ne ravvisi la necessità, che rappresentano pericolo per le persone e cose, anche lal’interno delle proprietà private, adottando tutte le misure preventive di sicurezza, fitosanitarie e forestali occorrenti;

3. alla rimozione di tutti i materiali che potrebbero essere causa o costruire pericolo di innesco di incendio.

4. alla ripulitura fino alla livellazione dovuta, in larghezza e profondità, dei fossi, dei passaggi con ponti e ponticelli stradali di terreni prospicienti le strade di uso pubblico e di fossi principali di scolo tra le proprietà private ed alla rimozione di frane o quant’altro.

5. alla realizzazione di viali o fasce tagliafuoco non inferiori a 5,00mt, se confinanti con strade vicinali e di 10,00 mt se adiacenti ad immobili, stabilendo che non dovranno comportare l’alterazione del suolo, se non nel caso delle sopracitate piste tagliafuoco.

Il materiale derivante dai lavori indicati dovrà essere rimosso e smaltito secondo le normativa di leffe e prescrizioni, a cura degli interessati, al termine dei lavori stessi. Il comune, si riserva la facoltà di provvedere d’Ufficio a quanto sopra, addebitando le relative spese ai proprietari inottemperanti.

Duranti il periodo di grave pericolosità per gli incendi boschivi che decorre dal 15 giugno al 30 settembre 2018 la stessa ordinanza del sindaco, prevede il divieto di accendere fuochi nei boschi e nei terreni cespugliati, di fumare compiere altra operazione che possa creare pericolo immediato di incendio nei boschi e nei terreni cespugliati e nelle strade e nei sentieri che li attraversano.

Consigliamo le lettura completa dell’Ordinanza n.12 del 2.05.2018

Dm Web di De Marco Fabrizio