Calabria, intera giunta indagata per abuso di ufficio

Letture: 2041
R&B Sport

I componenti la giunta regionale della Calabria risultano indagati dalla Procura della Repubblica di Catanzaro. L’accusa del sostituto procuratore di Catanzaro Gerardo Dominijanni: abuso d’ufficio. L’inchiesta riguarda la nomina della dirigente Alessandra Sarlo. Lo si apprende da fonti della stessa procura che confermano l’iscrizione nel registro degli indagati dei componenti la giunta regionale guidata da Giuseppe Scopelliti (Pdl) per la nomina della dirigente Alessandra Sarlo. La stessa fonte della Procura però aggiunge: «Questo è un atto dovuto, in quanto la nomina a dirigente della Sarlo era stata presa in forma collegiale dalla stessa giunta».

Nei mesi scorsi, per questo motivo la procura catanzarese aveva già iscritto nel registro degli indagati il governatore Giuseppe Scopelliti e l’assessore Domenico Tallini.

La Sarlo secondo l’accusa venne nominata dirigente su pressione di Francesco Morelli ex consigliere regionale della Calabria e amico del giudice Vincenzo Giglio, marito della Sarlo, che in cambio gli avrebbe passato delle confidenze sulle indagini in corso nei confronti del clan Lampada di Milano. Con questa accusa lo scorso novembre Morelli Giglio sono stati arrestati su ordine della Direzione distrettuale antimafia di Milano.

Fonte: Unita.it