Calabria che vuoi interviene su situazione scuolabus

Letture: 3416

I componenti del gruppo politico “La Calabria che vuoi” si esprimono in un comunicato stampa.

Come parte integrante dell’amministrazione comunale guidata dal Dottor Francesco Fucile, fieri sostenitore della stessa  maggioranza consiliare, ci sentiamo in obbligo di dare il nostro punto di vista e chiarire alcuni punti circa la Delibera del 2 Febbraio c.a. che sancisce la cessazione del servizio del trasporto scolastico.

Un atto doloroso ed inevitabile in quanto il servizio non era sostenibile per le famiglie degli utenti e per le  casse comunali incapaci di sobbarcarsi parte del costo del servizio. Facendo un breve, ma indispensabile, riepilogo degli eventi che hanno portato alla cessione del servizio, giova ricordare a tutti che i costi a carico degli utenti e la dote di bilancio per tale servizio sono stati fissati dal Commissario Prefettizio in data 14 Settembre 2021 per mezzo della Delibera adottata con poteri di Giunta Comunale e che questi alti costi  sono figli di una gestione fallimentare del passato che ha indebitato Comune per oltre 23 milioni di euro. In campagna elettorale siamo stati gli unici a dire la verità sulle conseguenze del dissesto finanziario, esibendo le delibere fatte dal commissario. 

 Ad ogni modo si invitano le forze di opposizione a chiedere lumi  ai propri candidati e sostenitori, facente parte delle Amministrazioni del passato, su come il servizio è stato gestito male per tanti anni, quando è stato erogato gratuitamente solo in apparenza con corse doppie e triple e tariffe azzerate ma che in realtà erano sperperi di denaro pubblico. 

 Queste regalie elettorale, unite a tutte le altre fatte negli anni, oggi le pagherà la comunità a causa del DISSESTO FINANZIARIO DELL’ENTE che non è stato certamente causato dall’attuale Amministrazione Comunale.

 Detto ciò  ci corre l’obbligo di chiarire, una volta per tutte, che non intendiamo rinunciare al servizio e non siamo affatto rassegnati al ruolo di liquidatori passivi dell’ente, ma anzi al contrario, i nostri rappresentanti di concerto agli altri componenti dell’Amministrazione Comunale, sono all’opera sin da prima della stesura della Delibera di giunta comunale, datata 02 Febbraio 2022, per reperire i fondi necessari per il ripristino del servizio appena sarà possibile.

Il sindaco ha già spiegato con dovizia di particolari come stanno realmente le cose in primo incontro tenutosi con i rappresentanti dei genitori e del mondo della scuola. D’altronde è stato l’unico a farlo in campagna elettorale con onestà intellettuale e chiarezza.

Ci siamo attivati anche per tutte le altre emergenze che si sono presentate ed al contempo alla pianificazione dei nuovi progetti per il territorio  sin dal primo giorno. Siamo fortemente motivati e impegnati per conseguire i risultati che ci siamo prefissi nonostante le tante difficoltà derivate, oltre che dalla situazione economica dell’ente, anche  della pandemia che rende tutto più difficile. L’epoca del populismo politico è finita e bisogna dire la verità ai cittadini. Il non essere sempre presenti sui social network, o sulle testate giornalistiche per ogni evento, non significa che ci siamo rassegnati al ruolo di mera rappresentanza dell’ente, ma al contrario perché siamo concentrati ed impegnati a migliorare la macchina amministrativa.