Bisignano, truffe online: rigettata sorveglianza speciale per 35enne

Letture: 7374

La Procura della Repubblica di Cosenza ha chiesto nei confronti di N. V. 35enne di Bisignano, l’applicazione della misura di prevenzione della sorveglianza speciale di P.S. con obbligo di soggiorno nel comune di residenza o di abituale dimora per la durata di anni 3 con prescrizione del divieto di accedere alla rete internet. N.V. difeso dall’avvocato Rosangela Polizzo viene ritenuto soggetto dedito alla commissione di delitti e pericoloso per la sicurezza pubblica in relazione alla presenza nel casellario di due precedenti penali per reati previsti dal codice della strada e per reati in materia di armi.

In meno di un anno l’uomo ha riportato numerose denunce per truffa on line; numerosi procedimenti penali pendenti per violenza privata, estorsione e minaccia; frequentazioni con soggetti pregiudicati di comprovato spessore criminale.

Con la produzione documentale depositata dall’avvocato Polizzo, Il Tribunale di Catanzaro – Sezione Misure di Prevenzione – con decreto depositato il 25 marzo scorso ha rigettato la richiesta di applicazione della misura di prevenzione, accogliendo interamente le argomentazioni difensive esposte dalla difesa lo scorso 18 marzo, escludendo quindi, sia la pericolosità sociale del soggetto, sia che lo stesso viva di proventi illeciti.