Bisignano, mister Triolo carico: “Massimo impegno per un gruppo fantastico”

Letture: 442

Paolo Triolo da un mese circa allena la FCD Bisignano, squadra di prima categoria del presidente Carmine Greco. Un tecnico giovane ma che già ha dato un’impronta ben precisa alla squadra, che naviga in zona playoff. Così, Bisignanoinrete ha raggiunto il mister, per le prime impressioni.

Triolo
Paolo Triolo, tecnico della FCD Bisignano

Mister, dopo il suo primo approccio quali sono le sue sensazioni su questo gruppo e questa dirigenza?
Buongiorno sono qui da un mese e devo dire che ho trovato un gruppo fantastico e una società eccezionale, non è retorica ma è così. Dal presidente Greco Carmine al collaboratore Greco Demetrio al segretario Aiello Luca, tutte persone squisite con cui ho instaurato un rapporto bellissimo.

Quali sono le potenzialità che ha visto nella squadra?

Le potenzialità sono enormi, purtroppo abbiamo una rosa ristretta rispetto alle altre squadre che avanti a noi però piano piano stiamo cercando di migliorarci e sono convinto che diremo la nostra in questo campionato. Purtroppo il mercato non offriva niente di buono e quindi dobbiamo un po’ adeguarci alla situazione.
La sua carriera da giocatore è stata importante. Che obiettivi si dà per la sua nuova avventura da allenatore e quali sono le principali differenze tra le due figure?
La mia carriera è terminata da dieci anni ormai. La differenza tra giocatore e allenatore è enorme, basti pensare che io devo entrare nella testa di venti giocatori mentre loro devono pensate soltanto a me. Quindi, oltre ad essere un buon educatore, devo fare gruppo e devo essere un buon psicologo per cercare di riuscire a risolvere le problematiche di diversi giocatori ma alla fine, modestia a parte, è il mio pane vedi.

Paolo Triolo presentato sui canali social

Noi dobbiamo pensare domenica per domenica e alla fine tireremo le somme. Certo l’impegno da parte mia e della squadra sarà massimo in ogni partita. Le problematiche ci sono ma stiamo cercando di risolverle in allenamento, nonostante lavoriamo quasi tutti.
Campionato duro e avvincente, qual è l’obiettivo stagionale con questa rosa?
Il mio obiettivo principale e divertirmi dando il massimo e cercando di far dare il massimo ai miei ragazzi, con umiltà e duro lavoro. Il compito è essere un buon educatore poi alla fine si tireranno le somme sapendo, fin da ora, che abbiamo delle autentiche corazzate.
Nelle gare stiamo vedendo una squadra che pressa tanto e segna con buona facilità. Qual è tatticamente la svolta portata a questo roster?
Io sul gruppo sto lavorato molto a livello mentale, avendo trovato una squadra scarica mentalmente. Per quel che riguarda il modulo di gioco, ho deciso di optare per un modulo più offensivo perché ci sono i presupposti per far bene. Sicuramente devo ringraziare tutti i ragazzi che si sono messi a disposizione dando il massimo impegni possibile, vedendoli pian piano migliorare in tutte le situazioni.