Bisignano, svolta per l’ambiente: lo annuncia il Comune

Letture: 3327

Il Comune di Bisignano annuncia una buona notizia per gli ambientalisti, la Regione non autorizzerà lo scarico alla società privata. Buona parte del paese festeggia, la decisione presa dalla Conferenza dei Servizi della Regione Calabria è di non rinnovare l’AIA al depuratore privato.

Eventuali nuove modifiche in materia dovranno passare al vaglio di nuove procedure ambientali.

Lo stesso sindaco Francesco Fucile, che aveva preso parte alle conferenze di servizio in maniera vibrante, ha commentato: “Termina un incubo, arriva la buona notizia per gli ambientalisti e per la città”

Il sindaco Fucile

Ambientalisti ora più tranquilli

L’impedimento allo scarico era un obiettivo del comitato locale ambientalista, da sempre in prima linea sulla vicenda. Gli stessi avevano spesso denunciato le gravi situazioni di pericolo, di danno per l’ambiente, per la salute pubblica e per l’economia del territorio, in particolare per il comparto agricolo.

Pd Bisignano: un risultato che premia politica e ambientalisti

Il Partito Democratico di Bisignano esprime soddisfazione per la decisione presa dalla Conferenza dei Servizi della Regione Calabria di non rinnovare l’AIA al depuratore privato. Un risultato importante raggiunto dall’Amministrazione Fucile e dall’assessore all’ambiente Balestrieri (impegnato per il raggiungimento di questo risultato anche nella precedente compagine amministrativa) i quali, insieme ai movimenti ambientalisti, si sono battuti incessantemente per arrivare a questo che riteniamo essere un risultato importare per il nostro territorio e per la sua salvaguardia ambientale. Grande merito quindi all’Amministrazione comunale, da noi sostenuta, la quale sta lavorando incessantemente per arrivare a risultati tangibili, rincorsi da tanto tempo, come quello di oggi. Ma vogliamo anche complimentarci con i movimenti ambientalisti di Bisignano, che con le loro battaglie hanno difeso il territorio e l’ecosistema, con una determinazione risultata fondamentale.
Ribandiamo, ove ce ne fosse bisogno, che noi crediamo che su Bisignano l’unico impianti utile è quello comunale. Siamo una zona a prevalenza agricola con prodotti di altissima qualità e di questo dobbiamo continuare a vivere.