Bisignano, ladri in azione in un negozio. Ripresi dalle telecamere

2803

Il video del furto finisce su Facebook. I titolari di un negozio di abbigliamento di Bisignano,  hanno pubblicato il video dell’ultimo furto subìto.

Sembrano vere e proprie specialiste del furto all’interno dei negozi e oltre a mostrare destrezza, hanno quella spavalderia che permette loro di agire in modo indisturbato, sperando di rimanere impunite anche se è presente un sistema di videosorveglianza che li monitora.

E’ successo a Bisignano, nel negozio di abbigliamento intimo “Via Veneto Fashion” presso la Cittadella Mediocrati, quando i titolari si sono visti sottrarre della merce dal loro negozio. Resi conto della mancanza, i titolari hanno deciso di pubblicare il video del furto ripreso dalle videocamere di sorveglianza su Facebook, stupiti dalla tranquillità che i ladri mostrano durante il furto. Nel video si notano tre donne che entrano nel negozio, e spacciandosi per normali clienti, chiedono informazioni alla titolare: mentre una di loro la tiene impegnata per mostrare la merce, le altre due agiscono indisturbate. Con gesti molto veloci le due riescono a nascondere nelle loro borse, due confezioni di pigiami, incuranti delle telecamere. Una volta compiuto il furto, le tre donne descritte come italiane, se ne vanno nella più totale indifferenza.

Il video diffuso dal negozio di abbigliamento ha fatto presto il giro del web, ottenendo commenti di rabbia e disappunto, nonchè varie condivisioni da parte dei bisignanesi che in questo periodo hanno a che fare con una vera e propria ondata di furti in abitazioni private e adesso, anche negli esercizi commerciali. Sono sempre più numerosi i titolari di attività commerciali che decidono di pubblicare i video di furti sui social network, in molti anche per cercare di individuare l’identità dei ladri e molto spesso la trovata sembra ottenere buoni risultati. I commercianti di Bisignano, comunque, hanno pubblicato il video senza mostrare il viso dei ladri: la loro speranza è quella di scoraggiare altri furti rendendo pubbliche le immagini online.

E’ possibile vedere il video su Facebook cliccando questo link.