Bisignano in azione chiede spiegazioni sui fondi alla cultura

Letture: 1150

Intercettare fondi esterni (europei, nazionali o regionali ) dovrebbe costituire una delle attività prioritarie per un ente pubblico, come il Comune di Bisignano, per rimpinguare le casse costantemente in…. rosso! Capacità di intercettare e saper spendere fondi per dare un nuovo volto e sviluppo al territorio. Capacità amministrativa significa anche valorizzare e, come in questo caso, quei fondi che i Comuni devono intercettare, canalizzandoli per determinate opere a servizio di un territorio.


La somma finanziata è stata utilizzata per attrezzare un ‘angolo morbido’ dedicato ai bambini da zero a tre anni all’interno della biblioteca comunale, che a distanza di oltre un anno continua a restare chiuso al pubblico!
Uno spazio arredato con scaffalature basse, poltrone per i genitori, tavoli e sedie adatte ai piccoli lettori, fasciatoio, con tappetoni a terra e cuscinoni colorati, dove i piccoli potranno muoversi con disinvoltura, scegliere e prendere in modo autonomo “il Libro”. Una attenta bibliografia adatta a lettori piccolissimi per un luogo in cui accogliere una fascia di utenti verso la quale, erano state pensate diverse iniziative nell’ambito del progetto regionale Nati per leggere e in collaborazione con l’asilo nido comunale.
Una quota parte del finanziamento era stato devoluto per implementare i servizi della biblioteca comunale con l’acquisto di computer, videoproiettore, condizionatore per la sala conferenze annessa alla biblioteca comunale.
Un’altra parte delle somme era stata utilizzata per la realizzazione di n. 2 Panchine Letterarie, destinate al parco letterario (delibera di giunta n. 155 del 16 novembre 2018), ancora in custodia presso la ditta e mai installate ( determina liquidazione fattura n. 293 del 18 settembre 2019)!
Vogliamo conoscere i motivi per cui il progetto (intercettato, speso e rendicontato) sarebbe stato accantonato e interroghiamo la maggioranza di voler fornire conferma sulla effettiva volontà di renderli fruibili, da oltre un anno dalla realizzazione, alla cittadinanza. In caso contrario il gruppo Bisignano in Azione chiede all’amministrazione di voler chiarire le ragioni che hanno determinato tanto ritardo e la tempistica con cui l’amministrazione comunale intende procedere.
Un’ amministrazione virtuosa non si lascia scappare le opportunità, grandi e piccole, di ottenere o come in questo caso valorizzare, finanziamenti per il bene della collettività e per accrescere il valore del patrimonio culturale e architettonico della città.
Questa la ricetta già messa in pratica sul territorio

Bisignano in azione