Bisignano e Torano: autonomia scolastica raggiunta

Cosenza, 04. 12. 2015

 

Approvato il Piano di Dimensionamento Scolastico anno 2016-2017 della Provincia di Cosenza

Il Consiglio Provinciale ne ha deliberato l’adozione all’unanimità in data odierna

 

Nel corso della riunione odierna, venerdì 4 dicembre 2015, il Consiglio Provinciale ha deliberato all’unanimità l’adozione del Piano di Dimensionamento Scolastico per l’anno 2016/2017, che rappresenta l’atto di programmazione della rete scolastica e dell’offerta formativa sul territorio provinciale in relazione alle scuole di competenza dell’Ente e sulla base degli indirizzi regionali.

In apertura dei lavori, il Presidente della Provincia Mario Occhiuto ha evidenziato che la proposta di piano da presentare alla Regione Calabria per l’approvazione è stata redatta nel rispetto delle identità territoriali, prendendo in considerazione le richieste pervenute nei limiti dei criteri di equità e giustizia indicati dalle norme nazionali.

Questi gli indirizzi dati alla Dirigente del Settore, Avv. Anna Viteritti, che nel presentare il Piano dal punto di vista tecnico ha precisato che la Provincia – dovendo recepire le indicazioni date dalla Regione Calabria circa l’obbligo di intervenire sugli Istituti sottodimensionati – ha dato priorità a quegli Istituti che per numero di iscritti risultavano sottodimensionati e perdenti l’autonomia scolastica. È stata convocata, come previsto dalla legge, la Conferenza dei Sindaci, delle sigle sindacali e dell’Ufficio Scolastico provinciale, nella quale si è dato corso ad ampio, trasparente ed efficace sistema di concertazione per garantire il confronto, la cooperazione e la partecipazione di tutte le parti interessate al tema del dimensionamento scolastico.

I parametri numerici previsti dalla normativa vigente fissano a 300 iscritti per i Comuni montani e a 500 iscritti per quelli non montani il limite al di sotto del quale le istituzioni perdono l’autonomia scolastica e devono essere necessariamente accorpati ad altre Istituzioni. Pertanto nella stesura del Piano, alla luce dei dati ufficiali pervenuti dall’Ufficio Scolastico Regionale, a fronte di ventisei istituti in reggenza nel territorio della Provincia di Cosenza, ne sono state eliminate quattordici.

Nel corso della discussione il Cons. Graziano Di Natale ha presentato una mozione emendativa del previsto accorpamento dell’Istituto Comprensivo di Belsito a Grimaldi: su richiesta scritta dei genitori degli alunni e del Sindaco di Belsito presente fra il pubblico – che ha anche preso la parola per meglio spiegare le ragioni della petizione, concernenti il diritto allo studio reso difficoltoso da seri problemi di collegamento con Grimaldi – si è proposto l’accorpamento dell’Istituto di Belsito con Mangone, al quale accorpare anche Altilia e lo stesso Istituto di Grimaldi. Proposta approvata all’unanimità dai Consiglieri presenti. Approvata anche la mozione presentata dal Cons. Lucantonio Nicoletti di accorpamento dell’Istituto di Torano a Bisignano, ottenendo in tal modo un’autonomia scolastica aggiuntiva a favore del territorio provinciale.

Nel corso del dibattito sono intervenuti anche i Consiglieri Pascarelli, Serra, Tenuta, Bruno e Capalbo. Il Presidente Occhiuto e tutti i consiglieri presenti hanno espresso i più sentiti auguri di pronta guarigione al Segretario Generale dell’Ente, dott. Ernesto Gagliardi, salutando nel contempo la Dirigente Avv. Antonella Gentile nella sua qualità di Vice Segretario.

Dm Web di De Marco Fabrizio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here