Bisignano commossa nel ricordo delle vittime della strada

Letture: 2193

Commozione, ricordo e speranza: la giornata mondiale delle vittime della strada a Bisignano si è svolta coinvolgendo l’Avis e l’associazione che opera sul territorio da dieci anni.

In mattinata, la presenza dell’autoemoteca e dei volontari Avis bisignanesi per la raccolta sangue, seguita dalla deposizione dei fiori in onore delle vittime della strada, nella rotonda di Piano, e poi dal corteo silenzioso verso il cimitero con la deposizione di un lume a ogni croce, 78 come le vittime stradali.

corona a rotonda

Sono stati tanti i momenti di commozione nel proporre il messaggio di fermare la strage stradale e tutelare i diritti delle vittime. Un ricordo pubblico che sia da monito – anche a Bisignano – e continui a stimolare iniziative volte a rafforzare la sicurezza stradale e la prevenzione in ogni campo, per porre fine ai comportamenti arroganti e alla trasgressione delle regole, per rendere giustizia alle vittime e ai loro familiari e per mettere in atto un adeguato supporto post incidente.

A ciò servono giornate del genere sul territorio, avanzando quel progetto di prevenzione in sinergia tra istituzioni pubbliche e privato sociale – come auspicato dal presidente Aifvs di Bisignano, Franco Tortorella.

Come ricordato dal vicesindaco Isabella Cairo, invece, il grande dolore fa ripartire uomini e donne alla ricerca di un obiettivo comune: fare in modo che certe tragedie non avvengano più.

Restano ancora alti, su scala nazionale, i dati sulla mortalità stradale. Che può avvenire per l’illuminazione carente, il manto stradale disconnesso, segnaletica orizzontale e strisce pedonali assenti, l’uso del cellulare e il mancato utilizzo delle cinture di sicurezza.