Il meglio del teatro al “Tirreno Festival”, continuano le emozioni per il pubblico

Letture: 374

comunicato stampa /// Grande attesa per il cabarettista della TV Maurizio Battista al Tirreno Festival

Tanti spettacoli di qualità, targati Alfredo De Luca, in scena in questi giorni tra Rende, Diamante e Morano

Il “Tirreno Festival”, cofinanziato dalla Regione Calabria e orchestrato dalla visionaria direzione artistica di Alfredo De Luca, promette una stagione teatrale straordinaria. Una carrellata di grandi spettacoli continueranno a dominare i palcoscenici dei più bei teatri calabresi, dai fascinosi teatri Garden di Rende e Vittoria di Diamante, all’eleganza del Teatro Troisi di Morano, il festival accoglie artisti di spicco nazionale e internazionale. Affrontando tematiche attuali, il “Tirreno Festival” è destinato a catturare l’attenzione di un pubblico raffinato, offrendo un viaggio attraverso le emozioni e la maestria artistica. L’appuntamento imminente è il 19 gennaio alle ore 21, nella cornice teatrale della città di Diamante, con gli attori Francesco Procopio e Enzo Casertano con la commedia dell’arte partenopea “Miseria Bella”. Ad accompagnarli i due comici italiani in questa avventura ispirata al grande Peppino De Filippo, un cast di affermata bravura: Giuseppe De Cantore, Loredana Piedimonte e Geremia Longobardo.

Un’opera che racconta delle difficoltà economiche dei due attori che, senza mai scadere in volgarità perché mirano solo a divertire, cadenzano i fatti con una ironia disarmante, finendo per fame a strafogarsi di cioccolatini con lassativi. Lo spettacolo è anche atteso in replica giorno 21 gennaio al Teatro Troisi di Morano, all’interno della rassegna Pollino in Ribalta. Mercoledì 24 gennaio a calcare il palco del Teatro Garden ci sarà invece lo stratosferico cabarettista Maurizio Battista in “Ai miei tempi non era così” (per il Rende Teatro Festival) che con la sua veracità farà un salto a ritrovo nel tempo, “quando – secondo lui – si stava bene”.

L’amato comico della TV, propone, con grande successo in tutta Italia, uno scoppiante show di due ore che coinvolge anche gli spettatori in sala, creando dialoghi autentici e mettendo a confronto il presente con il passato, la modernità con il vecchio. Con lui, nella cavalcata satirica tra gli anni 70, 80 e 90, anche Roberto Borillero dei Los Locos con le sue musiche ha fatto ballare tutti. “Ai miei tempi non era così” sembra cucito addosso ad ogni spettatore, con racconti di vita, aneddoti comuni che tra una risata e l’altra, rammenteranno in chiave amarcord la propria giovinezza o fanciullezza.
Un divertimento già confermato lungo tutto lo stivale.

Insomma, il Tirreno Festival, assicura – anche questa volta – spettacoli di qualità, promuovendo in Calabria il Teatro come grande espressione artistica.