Avvio dei lavori della cabina elettrica di C.da Monachelle. L’assessore Diana replica alle accuse del sindaco di Bisignano

16-2009-300x293 Avvio dei lavori della cabina elettrica di C.da Monachelle. L'assessore Diana replica alle accuse del sindaco di Bisignano

“Ho letto con stupore le dichiarazioni del Sindaco di Bisignano che, in modo maldestro, tenta di “scaricare” sull’ Amministrazione Provinciale di Cosenza la responsabilità del mancato avvio dei lavori della cabina elettrica di C/da “Monachelle”. Il Primo cittadino di Bisignano avrebbe fatto senz’altro migliore figura se, prima di attaccare la Provincia, si fosse documentato adeguatamente sull’iter amministrativo a cui è soggetto il progetto in argomento”.
E’ quanto afferma, in una nota, l’assessore provinciale all’Energia, Biagio Diana.

“Se la Provincia di Cosenza -prosegue l’assessore Diana- ancora ad oggi non ha rilasciato all’Enel l’autorizzazione per avviare i lavori della cabina elettrica, la responsabilità è da addebitare, infatti, solo ed esclusivamente alla società elettrica che non ha ancora prodotto, in maniera corretta ed esauriente, tutta la documentazione tecnico-amministrativa prevista dalla legge di riferimento (L.R. 17/2000). Comprendiamo benissimo i disagi dei cittadini e degli operatori economici che in questi giorni stanno subendo pesanti disservizi per la carenza di energia elettrica. Ad essi esprimiamo, senz’altro, tutta la nostra solidarietà, ma le sollecitazioni ad operare con l’urgenza che il caso richiede vanno indirizzate all’Enel che deve realizzare i lavori e non all’Amministrazione Provinciale di Cosenza che, da quando gestisce questa importante delega regionale per le concessioni delle autorizzazioni per la costruzione di elettrodotti (sei anni), ha sempre dimostrato grande professionalità e puntualità nell’istruttoria delle varie pratiche”.

“Stupisce e meraviglia, pertanto –aggiunge l’assessore provinciale all’Energia- l’atteggiamento del sindaco Bisignano che, anzicchè informarsi e approfondire la conoscenza della problematica in questione, lancia accuse infondate e non veritiere nei riguardi della Provincia di Cosenza che, ripeto, è sempre attenta e disponibile soprattutto su questioni delicate che incidono sia sul mondo sociale che sul mondo produttivo”.
“Voglio comunque rassicurare il Sindaco di Bisignano –conclude Diana- che non appena l’Enel produrrà la documentazione tecnico-amministrativa prevista dalla legge, la Provincia di Cosenza non esiterà un solo attimo ad emettere l’atto autorizzativo a favore della società elettrica per consentire l’avvio dei lavori della cabina elettrica in questione”.

2 Commenti

  1. Ordinaria follia oppure totale ignoranza nella conoscenza dei fatti? A ogni modo, un episodio antipatico e gravissimo, il quale evidenzia lo stato di default del Sindaco di Bisignano, in merito anche alla questione della cabina elettrica di contrada Monachelle. L’incapacità di rispettare le altre istituzioni governative, al solo fine di giungere alla propria meta, la dice lunga sul curriculum amministrativo del suddetto Primo Cittadino. Riflessione!

  2. Possibile che sto sindaco replica a tutti (pur dicendo che lui non replica mai…) e poi lo smentiscono clamorosamente sempre?
    mah…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here