Autobus, Troppe corse soppresse. Viaggiatori indignati

Ancora problemi per il trasporto in città. Le proteste continuano a levarsi nei confronti della ditta Ias Scura che ha l’esclusiva del trasporto a Bisignano verso Acri, Cosenza, ma anche in direzione Roma, Bologna, Firenze, Milano, eccetera. Nei giorni scorsi le proteste riguardavano la soppressione della fermata del pullman delle 6.30 dal Viale Roma che per marciare verso Cosenza “taglia” per Santa Croce. A creare disagi anche la chiusura dell’ufficio per gli abbonamenti. Non mancano le lamentele da parte dei viaggiatori, colpiti dalla mannaia del “risparmio unilaterale”. Sarebbe stata eliminata, ultimamente, anche la corsa delle 16.00 che da Bisignano porta a Mongrassano e viceversa. Soppressa anche quella che faceva il giro delle campagne alle 10.30 che veniva utilizzata da molte persone anziane ed ancora quella delle 11.30 che scende a Cosenza e ritorno, corsa che faceva molto comodo sopratutto agli studenti universitari. Sono in tanti a protestare anche perchè è successo che qualcuno ha perso perfino soldi: “A me – ha spiegato una signora – hanno dimezzato la paga di 150 euro al mese, sullo stipendio perchè sono costretta a uscire un’ora prima dal lavoro”. Ma, oltre al danno anche la beffa  dicono i pendolari, visto che telefonando agli uffici della ditta per chiedere spiegazioni, qualcuno avrebbe perfino risposto che non sono problemi loro. La protesta è giunta anche al Comune, ma gli amministratori, ai quali è stato chiesto di fare da tramite, non hanno ancora fornito alcuna risposta.

Rino Giovinco
su: Gazzetta del Sud

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here