Atrani: subito disponibili 2 milioni di euro per l’alluvione

824

L’assessore alla Protezione Civile e ai Lavori Pubblici della Regione Campania Edoardo Cosenza, in qualita’ di commissario straordinario per il superamento dell’emergenza, ha firmato oggi un’ordinanza per interventi urgenti finalizzati a fronteggiare i danni conseguenti agli eccezionali eventi atmosferici nel territorio di Atrani e Scala (Salerno). L’ordinanza persegue i seguenti obiettivi: 1) consentire la ripresa delle attivita’ economiche danneggiate dall’alluvione che il 9 settembre ha colpito i comuni salernitani di Atrani e Scala; 2) ripristinare i beni immobili e mobili che hanno subito gravi danni; 3) predisporre gli interventi indifferibili ed urgenti a salvaguardia della pubblica incolumita’, volti al ripristino della viabilita’ e delle infrastrutture danneggiate, alla riqualificazione urbana, alla bonifica e alla manutenzione dell’alveo del fiume Dragone, alla rifunzionalizzazione delle opere marittime e di difesa della costa; 4) realizzare adeguate azioni ed opere di prevenzione e di mitigazione del rischio.

”Il provvedimento e’ operativo – ha detto l’assessore Cosenza – grazie ai 2 milioni di euro messi a disposizione dal Dipartimento nazionale di Protezione civile, ma punta ad individuare anche ulteriori risorse gia’ disponibili nei bilanci dei comuni coinvolti e/o stanziate da altri enti per far fronte ai danni subiti dal territorio. Al momento, in particolare, sono in corso accordi con il ministero dell’Ambiente per l’utilizzo di 3 milioni di euro del Fondo destinato al dissesto idrogeologico e verifiche nei bilanci delle amministrazioni comunali per l’eventuale reperimento di ulteriori risorse”.

”L’ordinanza individua i criteri di priorita’ e le modalita’ attuative per la concessione dei contributi a copertura degli indennizzi dai danni e per la definizione del programma degli interventi. In particolare vengono indicate le procedure per la quantificazione definitiva dei contributi per la ripresa delle attivita’ produttive ed economiche locali. Una questione fondamentale – ha aggiunto l’assessore – se si considera la vocazione turistica del territorio e l’approssimarsi della stagione estiva, che comporta la necessita’ immediata di ripristino dei beni immobili e mobili danneggiati di proprieta’ privata. Con l’ordinanza vengono inoltre predisposti gli interventi indifferibili ed urgenti a salvaguardia della pubblica incolumita’ e si presta particolare attenzione alle opere di prevenzione e di mitigazione del rischio. Un ringraziamento va al Dipartimento nazionale di Protezione Civile per la sensibilita’ dimostrata verso questo territorio” ha concluso Cosenza.

Fonte: Asca