Astenuti o contrari? Chiarite gli atti

Letture: 2278

C’è davvero da rimanere sbigottiti di fronte all’ennesimo atto d’imperizia amministrativa. Personalmente sono anche offeso e urtato da alcuni atteggiamenti chiaramente lesivi dell’immagine e della reputazione politico-amministrativa dei consiglieri d’opposizione che hanno dichiarando chiaramente il voto contrario al bilancio di previsione finanziario, approvato al Consiglio Comunale del 27 marzo 2019. Nelle delibere, pubblicate sull’albo del Comune di Bisignano, c’è una grave manchevolezza. In molti di questi atti, infatti, inclusa la deliberazione n. 14 con cui è stato approvato proprio il bilancio di previsione, risulta addirittura che i consiglieri di opposizione si sono astenuti. Niente di più falso e più sbagliato. All’atto della votazione i consiglieri di opposizione eravamo tre (Fucile, Cairo, Paterno) e tutti e tre abbiamo espresso voto contrario alla proposta di deliberazione. Stesso grave pasticcio è stato ripetuto su altre sei deliberazioni proposte dalla maggioranza a cui abbiamo votato contro. Eppure negli atti deliberativi risulta che ci siamo astenuti. Quanto accaduto è palesemente assurdo e falso. Come si può pensare di amministrare il Comune di Bisignano se persino sugli atti deliberativi più importati si commettono errori rilevanti che falsano la volontà espressa dall’opposizione durante la seduta consiliare? È un fatto senza precedenti, per cui sarà valutata, seriamente, la possibilità di ricorrere al Bilancio.

Francesco Fucile