Area industriale, partono i lavori per la viabilità e l’illuminazione

Continuano ad arrivare buone notizie per l’area industriale di Bisignano. Infatti, a quella relativa all’insediamento di 21 aziende che dovranno costituire una filiera della moda, per circa 2mila occupati entro cinque anni, fa eco l’approvazione del Piano Regionale per le Infrastrutture Produttive che prevede, attraverso l’Asi, una spesa di circa 5milioni di euro.

Un investimento enorme che va a sanare le macroscopiche carenze che l’area presenta e che con insistenza e caparbietà sono state perorate dal sindaco Umile Bisignano e dal suo esecutivo. In pratica gli interventi prevedono il completamento della viabilità per 9.625 euro, della rete idrica per 2.514, della rete di smaltimento acque per 4.190, la realizzazione della rete elettrica per 4.320, dell’impianto di illuminazione per euro 2.160, il ripristino e l’ampliamento dell’impianto di depurazione per 1.200 euro, la realizzazione della rete del gas spesa prevista 2mila euro, dell’impianto di video sorveglianza per 2.160, delle reti tecnologiche 4.320, di un sistema di reti energetiche per 9mila euro, di isole ecologiche, 1.000 euro e di opere di urbanizzazione secondarie sempre per 1.000 euro. Il totale della spesa, prevista ed approvata è di 4milioni e 600mila euro. Realizzata negli anni 70, l’area industriale di Bisignano ha assunto da subito un ruolo strategico trovandosi in mezzo a due svincoli autostradali, a più di uno scalo ferroviario e, soprattutto a due passi dal porto di Gioia Tauro e dell’aeroporto di Lamezia Terme. Purtroppo, nonostante gli sforzi, da allora ad oggi poco era stato fatto per completare le infrastrutture e renderla appetibile. Le poche aziende insediate, continuano a lamentare l’abbandono dell’area e la mancanza dei servizi, le strade interne sono poco più che mulattiere. Oggi, l’area dovrebbe quindi assumere un nuovo aspetto, rifarsi il look e soprattutto adempiere al ruolo di sviluppo per cui era nata: i presupposti ci sono tutti.

Dm Web di De Marco Fabrizio

4 Commenti

  1. viabilità 9.625 euro
    rete idrica 2.514 euro
    rete di smaltimento acque 4.190 euro
    della rete elettrica per 4.320
    impianto di illuminazione euro 2.160
    impianto di depurazione per 1.200 euro
    rete del gas spesa 2.000 euro
    impianto di video sorveglianza 2.160 euro
    reti tecnologiche 4.320 euro
    reti energetiche 9.000 euro
    isole ecologiche 1.000 euro
    opere di urbanizzazione secondarie sempre 1.000 euro

    a forza di migliaia euro quannu ci arrivami a 4milioni e 600mila euro?
    E se l’area industriale è cosi malmessa a cominciare dalle mulattiere chi ci fa’ con 9.625 euro per la viabilità?
    A me nella conferenza di presentazione degli imprenditori maceratesi, trasmessa dalla web tv del Quartiere Santacroce, mi era parso di sentire di una spesa prevista di 7 milioni di euro, evidentemente mi sono sbagliato ma non ci giurerei.
    Si badi bene mentre in tutto resto del mondo si sta investendo in una logica di green economy ancora a Bisignano siamo al medioevo.

  2. ma quando?
    quando gli asini voleranno?
    perchè tra poco per andare sule strade( non solo della zona industriale) bisognerà volare, ma abbiate almeno la decenza di non scriverle proprio queste sciocchezze!!!

  3. Le strade, sopratutto in questo periodo, fanno veramente schifo… e molte di esse sono proprio chiuse al traffico. Ciò è dovuto anche alle pioggi abbondanti, perciò non bisogna sempre prendersela con l’amministrazione comunale… però speriamo che qualcosa si smuova presto!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here