Ancora i Bisignanesi sul podio alla finale regionale di tiro a segno con fucile

DSCF0265 Ancora i Bisignanesi sul podio alla finale regionale di tiro a segno con fucile

Domenica 16 Maggio al poligono di Pentimele (RC) la squadra dei tiratori di bisignano è salita sul podio guadagnandosi la classificazione per la finale interregionale di tiro a segno con fucile, che si disputerà il 19 e 20 giugno presso Monticchio di Bagni in provincia di Potenza.
I tiratori Guido Domenico, Umile Caravetta e Eugenio Durante capitanati da Franco Brunosio hanno ancora una volta sbalordito tutti, ottenendo inoltre, anche alcune qualificazioni a livello individuale. Infatti, Brunosio, nella categoria eccellenza ha ottenuto sia la qualificazione al bersaglio fisso che a quello in movimento, Guido Domenico si è laureato campione regionale nella categoria eccellenza al bersaglio fisso, ed Eugenio Durante gia campione provinciale ha conquistato l’argento al bersaglio fisso, nella categoria seniores. Gli stessi nella categoria a squadra insieme a Umile Caravetta, hanno conquistato l’argento al bersaglio fisso. I ripetuti allenamenti dei 4 tiratori durante i mesi scorsi, hanno portato i risultati sperati. Infatti i nostri tiratori sotto l’attenta guida di Franco Brunosio hanno messo a frutto tutte le indicazioni che lo stesso ha comunicato loro senza remore o “gelosie”!

Fra di loro, l’unione e il senso di squadra molto forte durante la gara a Reggio Calabria, era palpabile a fior di pelle. E’ importantissimo ricordare e sottolineare la presenza anche di due donne bisignanesi che nella categoria “lady” hanno conquistato il podio. Infatti Fabiana Sireno e Aurora Rogato (moglie di Brunosio), con maestria, che non ha niente da invidiare ai tiratori maschili,hanno guadagnato rispettivamente 2 gradini del podio nel bersaglio fisso e in quello in movimento. Inoltre c’è da ricordare che altri tiratori cosentini si sono classificati, e sono Domanico Virgilio e Carmine Imbrogno di Tarsia, Gabriele Elia di Marano e Natoli Carlo, Malito Francesco e Santino Greco di Mendicino. Tecnicamente ricordiamo che i nostri tiratori sparano con fucili da caccia a canna liscia, su un bersaglio posto a 50 m senza congegni ottici, e la grandezza del centro del bersaglio è quanto l’orlo di una tazzina di caffè, questo per quanto riguarda il bersaglio fisso. Mentre per quanto concerne il bersaglio in movimento, si tratta della stessa sagoma posta a 45 m ma che percorre un tratto di 10 m ad una velocità tra i 12 e i 15 Km/h ed i tiratori sparano 2 colpi in un verso e 2 nell’altro. Ora non resta che sperare nel supermento della finale interregionale, dove nel raggruppamento Sud ( Sicilia, Calabria, Puglia, Basilicata, Campania e Molise)i nostri tiratori dovranno guadagnarsi la qualificazione alla finale nazionale del campionato italiano che si disputerà il 10 e 11 Luglio a Perugia. Non ci resta che congratularci per i risultati finora ottenuti ed augurare ai nostri tiratori e tiratrici un grosso in bocca al lupo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here