Anche a Bisignano è stata svolta la commemorazione sulla giornata della memoria

Neanche una pioggia torrenziale ferma i buoni propositi, e così anche nella cittadina cratense si è commemorato meglio il giorno della memoria. Nella sala Conferenze della biblioteca comunale, mercoledì sera si è celebrato un convegno, per ricordare ciò che accade nella seconda guerra mondiale e in particolare 65 anni fa, quando furono liberati i detenuti del campo di concentramento di Auschwitz.

 E’ dal 2000, anno in cui lo Stato Italiano ha dichiarato ufficiale questa giornata, che nel territorio, in piccole o grandi forme, si manifesta un gesto utile a non far dimenticare tutto ciò. La manifestazione è stata particolarmente sentita a Bisignano, e organizzata dall’amministrazione comunale e dal comitato di gestione della biblioteca comunale, per sensibilizzare e non far dimenticare un periodo storico tra i più cupi e insensati dell’intera umanità. Ricco è stato il programma degli interventi, che sono stati moderati, di volta in volta, da Alessandro Sireno. A intervenire: il sindaco Umile Bisignano, l’assessore alla cultura Franco Russo, e le tre dirigenti scolastiche del comprensorio, Loredana Giannicola, Raffaella De Luca e Michelina Bilotta. Nella serata ad essere protagonisti sono stati i bambini, che in questi giorni hanno dedicato le loro ore scolastiche al tema. I ragazzi delle terze medie hanno svolto una relazione sul libro “Il bambino con il pigiama a righe”, uno testi più commoventi della letteratura, che narra dell’amicizia di un figlio di un ufficiale nazista con un bambino ebreo internato in un campo di concentramento. Le classi delle quinte elementari e le prime e seconde medie hanno allestito, invece, dei disegni prendendo spunto dal libro “La perfida Ester”. Anche a Torano la Shoah è stata protagonista. Ieri nel convegno su giorno della memoria ci sono state testimonianze di due donne istraeliane ,una nata a Ferramonti e l’altra internata.

Massimo Maneggio

5 Commenti

  1. penso che da cittadino bisignanese bisognerebbe essere più informati su quello che accade, prima di scrivere la notizia! molte le inesattezze riguardo al convegno. Tra le tante quelladell’assenza dei dirigenti scolastici delle scuole medie e superiori ( sosituiti da delegati) e poi gli interventi di tutti i componenti del comitato di gestione a cui erano stati affidati alcuni temi, riguardanti la giornata, in base alle loro competenze!!!
    L’informazione deve essere , prima recepita da chi vuole scrivere e poi scriverla!

  2. da cittadino bisignanese mi ritengo abbastanza informato, ma accetto la critica (febbre a 39,5 mi ha impedito di essere presente…evidentemente la “talpa” inserita all’interno del convegno ha toppato su parecchie cose.

  3. faccio parte del comitato di gestione e ritengo che, quando si scrive una notizia bisogna essere informati altrimenti è meglio non fidarsi mai delle parole che raggiungono le nostre orecchie!!
    mi dispiace per i problemi di salute ma si poteva ovviare posticipando l’articolo , dopo essersi informati direttamente. Mi guarderei bene da fare una critica al suo operato, ma come lei stesso ha dichiarato, la talpa ha toppato su parecchie cose. Ricordo sempre una frase quando ,anch’io, mi dilettavo a scrivere su alcune testate giornalistiche: ” il giornalista deve essere sempre presente sul posto dove accade il fatto”. Comunque nella vita tutto serve! Concludo augurandole un buon lavoro per gli articoli che verranno.

  4. Questa è una critica al mio operato….vede non avendo doni dell’ubiquità mi sono fidato proprio di una persona che ha comunque collaborato (non so con quante responsbailità all’interno di essa) a questa manifestazione.
    Poi se come spesso succede bisogna ingigantire la cosa in questo paese…facciamolo pure.
    Faccio comunque i complimenti al comitato di gestione per la buona riuscita dell’evento, che bene ricordare avevo pubblicizzato anche alla vigilia.

  5. come al solito , le cose vengono viste sempre in maniera personale, non sono abituata a tutto ciò, quindi preferisco sorvolare e lasciar cadere nel vuoto !
    Sappia , comunque, che farò chiarezza in una delle prossime riunioni su chi ha falsato la notizia, dato che è un collaboratore della manifestazione!
    Siccome non mi tocca la frase:” ingigantire le cose” , ne parlerò in seno al gruppo, richiamando l’attenzione al fatto che bisogna dare importanza e tutto quello che si fa!
    E non dire per dire o scrivere per scrivere!
    La mia cultura mi impedisce di cadere in polemiche le mie erano solo precisazioni, nessuno è perfetto!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here