Al primo giro di Boa, Tortora è ancora ultima!

Carissimi concittadini,

“Benvenuti a Tortora – Alle porte della cultura”, slogan ricco di aspettative che però l’amministrazione comunale tarda a mettere in atto.
Un anno di attività amministrativa è ormai passato, ma l’attuale gestione comunale continua a deludere, anzi a dormire… e non solo perche siamo ad Aprile!

Tortora è peggiorata e l’attuale maggioranza non ha ancora prodotto nulla, tutti i lavori in corso e gli altri che dovrebbero essere in cantiere sono frutto della gestione Silvestri; ci sembra giusto rendere giustizia a chi ne ha il merito.

Quindi le diverse opere pubbliche ricevute in eredità dalla precedente gestione, tanto bistrattata in campagna elettorale soprattutto dagli attuali amministratori, sono state iniziate in più luoghi, al Centro Storico come alla Marina, ma tali lavori iniziano, si fermano, riprendono e non arrivano a conclusione.

In Via Marconi e nelle strade vicine si trovano cumuli di sabbia, materiale di risulta, mezzi di cantiere in sosta, marciapiedi in costruzione pieni di sporcizia, eppure si continua ad aprire cantieri su altre strade senza alcuna sicurezza, né per chi lavora, né per i viandanti.

Eppure l’anno scorso l’attuale sindaco affermava:”Entro fine mese o al più tardi per metà giugno i lavori su via Marconi saranno consegnati. Stiamo anche pensando di apportare alcune piccole modifiche che comunque non stravolgeranno la progettazione né comporteranno altri ritardi”.

La situazione non è diversa se si sale al Centro Storico, i cantieri sono senza controllo, semi abbandonati.

Le strade che conducono alle Frazioni Montane, dissestate, piene di buche e senza alcuna manutenzione.

In  Località Poiarelli, invece, “COLPO DI GESSO”, la Piazza Madonna delle Grazie diventa parcheggio… nata male… finita peggio.

Questa amministrazione ha immaginato un’altra Tortora ma nei fatti quella attuale è peggiore di quella precedente.

I cittadini continuano a pagare un prezzo troppo alto per avere in cambio niente, pensiamo alla gestione dei rifiuti, di fronte ad un aumento della tassa del 30% il servizio è sempre più scadente, addirittura non vengono distribuiti nemmeno i sacchetti per l’immondizia. Ma questo è il meno! Rischiamo ancora una volta di essere coperti da cumuli di rifiuti; mentre tanti comuni vicini si sono attivati per procedere alla raccolta differenziata ed alla costruzione di isole ecologiche a Tortora si continua a sonnecchiare!

Ma dove sono i “già pronti ed esperti”? A cosa serve aver loro assegnato una delega e corrispondente indennità?

Il silenzio la fa da padrone, nei fatti ed anche nelle parole, non si ode assessore o consigliere delegato che promuova iniziative, programmi, progetti ed in Consiglio Comunale appena rispondono all’appello!!!

Cosa fanno? Perché non mettono in atto i tanti buoni propositi pomposamente annunciati appena un anno fa?

Altra nota dolente la significativa assenza della Vigilanza, se alla Marina qualcuno lo si vede, al Centro Storico sarebbe opportuno affiggerci dei manifesti con foto, anche solo per ricordare che esistono, specie in periodi di “lavori in corso”, alla Montagna invece è dalle ultime elezioni amministrative che non si fanno notare.

Non si comprende il perché questa parte importante del Municipio non riesce a fornire i dovuti servizi alla collettività, sarà forse una matassa non facile da riordinare considerato che anche il Consigliere appositamente delegato, pare, abbia gettato la spugna.

E’ stata così a lungo trascinata la soluzione al problema “randagismo” che si è arrivati alle polpette avvelenate. Del resto da “qualcuno” era stata paventata come unica soluzione possibile anche perché sicuramente più economica! Certo è che i cani randagi bivaccano liberamente per tutto il territorio con grave pericolo per la circolazione e per la sicurezza dei pedoni.

Apprezziamo la posizione assunta dal Sindaco a tutela dell’ambiente, in particolare per l’adesione al Manifesto per il Fiume Noce, nonché per la questione “San Sago” che ci ha visto convinti sostenitori delle ragioni atte a limitare i danni derivanti da un particolare insediamento industriale, troppo vicino al corso del fiume ed in zona da sviluppare a fini turistici anche perché inserita nel Progetto Parco Fluviale Bacino del Noce.

Nel contempo però, lamentiamo lentezza e scarsa incisività politico-amministrativa nel portare alla massima attenzione e soluzione le problematiche derivanti dall’impianto di depurazione, dal quale sorgono le vere preoccupazioni della cittadinanza tutta e dei Comuni limitrofi, specie dopo l’inchiesta pubblicata sul quotidiano “Il Mattino” di Napoli.

Siamo in procinto della stagione estiva e non ci è dato sapere se esiste un minimo di programmazione; se c’è, che venga fatta conoscere per essere condivisa o almeno partecipata dai cittadini e soprattutto dagli operatori; se invece non c’è, “si è già fuori tempo massimo” ad ulteriore danno che compromette la possibilità di rendere economicamente produttivo il periodo estivo.

Invitiamo quindi l’Amministrazione Comunale ad un “salto di qualità”: le battaglie tra maggioranza ed opposizione sono politiche e non personali, ed hanno un solo ed unico obiettivo: il bene di Tortora.

Nel precedente manifesto avevamo indicato suggerimenti e proposte rimaste inascoltate…, ci facciano almeno conoscere le loro… se ci sono, e soprattutto producano FATTI che facciano crescere l’intero Comune di Tortora.

Alla “Forza delle Donne” del comitato “Il Corso in Festa” manifestiamo la nostra solidarietà e diciamo: andate avanti, l’entusiasmo non deve essere smorzato o spento ma va sostenuto ed incoraggiato affinché possa contagiare ogni area del territorio comunale, ne abbiamo davvero bisogno!!!

Con l’occasione auguriamo a tutta la collettività Tortorese i migliori auguri di Buona Pasqua.

15 Aprile 2011
Movimento Politico    
Tortora nel Cuore

Dm Web di De Marco Fabrizio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here