Agricoltura e nuove norme, un incontro per spiegarle

Letture: 1580
R&B Sport
User Comments
Mauro D’Acri e Angelo Rosa

L’Arsac e il consorzio agroalimentare “Valle del Crati” hanno recentemente illustrato agli agricoltori i vantaggi e le nuove normative in materia agricola. Con le nuove disposizioni dettate dalla Pac 2014-2020, infatti, bisognerà stare molto attenti, al fine di evitare le multe previste dalle nuove normative, anche se gli agricoltori avranno anche progetti e misure adatte per valorizzare al meglio i loro strumenti. Nel dibattito tenuto nella zona industriale, gli agricoltori hanno avuto i chiarimenti necessari dai tecnici dell’Arsac, mentre il padrone di casa, Angelo Rosa, ha illustrato lo status del pac_politica-agricola-comunesettore primario calabrese: «Le aziende agricole hanno bisogno della giusta informazione e di meccanismi che li portano a essere collegati con la Regione e gli altri enti. L’agricoltura ha bisogno dei tecnici dell’Arsac e di altra gente competente che possa, grazie a buone capacità, dare risposte concrete ai bisogni dei lavoratori». Proprio la zona cratense è in rampa di lancio nel mercato internazionale, tanto che alcuni prodotti saranno valutati in Giappone per cercare di aprire un collegamento con il mondo asiatico. Anche il consigliere regionale Mauro D’Acri ha dato il suo contributo alla discussione: «Da sei mesi porto sui tavoli ciò che scrivono gli agricoltori. Stiamo approvando il Psr per il 20 luglio e abbiamo discusso le prime quattro misure. Finite le emergenze in campo agricolo, entreremo nel rivedere e ripensare alcuni punti. L’Arsac resta un patrimonio e l’assessorato regionale vuole portare l’agricoltura alla normalità».

Massimo Maneggio