Ad Acri sciolta l’occupazione, ma le polemiche continuano

I ragazzi del Liceo Julia, come ci viene comunicato, a seguito delle risposte che avevano chiesto, hanno sciolto l’occupazione della sede dello Scientifico quest’oggi.

Dopo la messa in dubbio del fatto che il terzo piano, dove doveva trasferirsi il triennio del Liceo Scientifico per accogliere e fare spazio ai ragazzi dell’I.T.C.G.T. Falcone, in origine, non era adibito ad aule e successivamente venne usato solo come soluzione temporanea per ospitare i ragazzi del Classico mentre la loro sede venne ristrutturata, sia effettivamente agibile, ai rappresentanti è stato fornita la documentazione richiesta che così risolve ogni dubbio. Anzi, di più: verranno effettuati lavori di messa appunto per favorire la didattica come l’insonorizzazione delle classi o l’abbassamento del soffitto, esageratamente alto (4,30 metri) sfavorendo l’acustica e quindi la qualità della lezione.

Ma pare che i problemi non si siano fermati: indiscrezioni rivelano che la preside del Liceo, Rosa Pellegrino, sembra rifiutare ogni responsabilità sulle classi che saranno ospitate nella struttura, condizione solo possibile se si attua una divisione netta tra il primo piano (dotato di accesso proprio) e il resto della scuola.

Ancora quindi rimaniamo in dubbio su quale sarà l’inizio dell’anno scolastico nelle scuole superiori ad Acri: sereno e tranquillo o pieno di tensioni?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here