A Mongrassano scuola moderna mentre a Bisignano si protesta

Letture: 2062
R&B Sport

riunione genitori collina castello

Una scuola a misura di bambino: è questo l’obiettivo prefissato a Mongrassano, dove sono iniziate le novità per gli istituti del territorio. L’orario corto, con a disposizione anche il sabato, è la più importante fra tutti, permettendo così di ottimizzare l’attività scolastica, per degli istituti che guardano con fiducia al futuro. Con adeguati servizi a supporto, come quello della mensa e dei trasporti, i ragazzi e soprattutto i genitori possono stare ben tranquilli. Proprio il vicesindaco, e delegato all’Istruzione, Giuseppe Sacco mostra la soddisfazione per il miglioramento della condizione scolastica a Mongrassano: «Siamo per i fatti e non per le parole. I trasporti sono garantiti anche per i centri limitrofi, poiché nei nostri istituti arrivano ragazzi provenienti dallo scalo di Torano, Bisignano, Tarsia e Cervicati. Abbiamo un numero consistente di ragazzi e un incremento che ci fa ben sperare, rispetto magari ad altri istituti nella provincia». Sui prezzi dei servizi il Comune ha mantenuto al minimo le tariffe: dieci euro costerà il trasporto mensile sugli scuolabus (senza nessuna distinzione di reddito), mentre il ticket mensa costerà solo un euro a ragazzo, a fronte dei quattro euro del costo del servizio. Nella vicina Bisignano, invece, la situazione è tutt’altro che tranquilla, con i genitori pronti sul piede di guerra dopo l’aumento del ticket mensa e l’introduzione del trasporto a pagamento per fasce di reddito. Dopo una recente riunione svolta a Collina Castello, i genitori probabilmente avranno un incontro con i vertici municipali per discutere queste nuove disposizioni.

Massimo Maneggio