90° minuto, puntata 14-12-2014

90° minuto a pieno regime tra Rai 2 e Rai Sport 1. Così, all’inizio c’è uno “stucchevole” Marco Mazzocchi, accompagnato dal sornione Jacopo Volpi e da ospiti consueti come Ubaldo Righetti, l’esperto di super-mercato Matteo Materazzi e da Milano (perché non da Torino?) Moreno Torricelli, con un marcatissimo accento da boscaiolo. A far legna c’è Tiziano Pieri, arrivato come sempre in ritardo. Ritorna la copertina di Enrico Testa con il sottofondo di “Ti amo campionato”, brano di Elio e le storie tese, per spiegare come i torti vanno e vengono. La curiosità è che alle 18.23 sono stati mostrati quasi tutti i gol realizzati, spezzettati nelle varie clip. Agli anticipi ecco un Giuseppe Galati stranamente positivo per Palermo-Sassuolo 2-1 valutata quattro palle, mentre Stefano Mattei in Lazio-Atalanta 3-0 ha la solita “febbre” del sabato sera. Qui il problema è il totem, dove tutti si chiedono se è partito e, a grande richiesta, lo piazzano pure nelle immagini. Ovviamente, nessuno ricorda a Mazzocchi e Volpi di stare zitti tre secondo dopo il lancio dei servizi e nessuno, dall’altra parte, spegne i microfoni.

rimedio-300x225 90° minuto, puntata 14-12-2014Stacco pubblicitario e rientro con un frame di Luigi Necco, datato 15 aprile 1988, quando il Napoli perse la faccia e lo scudetto per 3-2 all’epoca contro il Milan. La parola poi passa ad Alessandro Antinelli per Milan-Napoli, anticipato stranamente prima di farlo bagnare sotto la pioggia. Le gare di giornata sono una vana delusione per chi voleva le grandinate di gol tra Parma-Cagliari, finisce 0-0 e la commenta con l’eco Giacomo Capuano. Non è in chromakey solo quando passa un ragazzino per sbaglio nell’inquadratura. Per il derby del Nord-Est non va Stefano Bizzotto (ed è uno sgarro) bensì Alberto Rimedio, il migliore dei pochi reduci di puntata nel commentare Udinese-Verona 1-2. Rimedio commenta anche al caldo del furgone e glielo rinfacciano poco dopo. Gli ospiti, intanto, fanno quello che vogliono, Torricelli starnutisce, Materazzi riceve messaggi al cellulare e Righetti si pulisce gli occhiali. Genoa-Roma 1-0 è tutta per Gianni Cerqueti, mentre Bizzotto si materializza da Torino, l’unico che è andato a commentare fisicamente una gara alle 12.30, con Juventus-Sampdoria 1-1 e sfondo finale sullo “JStadium”.

I “Tempi supplementari” di Rai 2 sono appannaggio della moviola, quelli di Rai Sport 1 mancavano da due settimane e, pur aggiornando al minimo Cesena-Fiorentina 1-4, si lanciano i servizi di Federico Calcagno sull’ormai prossima Empoli-Torino e di Paolo Paganini concentrato su Chievo-Inter. In questa puntata c’è il rammarico di aver visto un pessimo montaggio dei gol su un ottimo jingle, il consueto jingle, di Steve Rothery. In questa puntata lunghissima evitiamo di citare i doppi sensi di Mazzocchi, che vuole santificare qualcuno sempre della Roma. Gianni Bezzi da Cesena fa i collegamenti del grande incompiuto e chiudiamo qui. Grande consolazione futura: lo spezzatino, vedendo il cartello delle prossime giornate del 2015, finirà!

Massimo Maneggio

Per rivedere la puntata di 90° minuto del 14 dicembre 2014:

http://www.raisport.rai.it/dl/raiSport/media/90-minuto-f8a177bc-a7c1-45f3-9d05-dbaf95369f94.html

“Tempi supplementari”:http://t.co/jQ791jWuRn

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here