Bilancio: tra maggioranza e minoranza chi ha ragione?

BISIGNANO Maggioranza vs minoranza, una guerra che continua sui conti comunali. Le bagarre degli ultimi giorni, infatti, sono dovute al tema del bilancio, che tanto ha fatto discutere con il Consiglio comunale della scorsa settimana. La maggioranza ha approvato i punti all’odg finanziari con la presenza in sala, nell’opposizione, di Andrea Algieri, che pur rimanendo in aula ha comunque solidarizzato con i colleghi di minoranza usciti dalla sala dopo la mancata richiesta di posticipare il Consiglio. In questa settimana, invece, sono arrivate più versioni su come funzionano o meno i conti al municipio di Collina Castello. Lunedì scorso i consiglieri di minoranza Francesco Fucile, Francesco Lo Giudice e Roberto Cairo hanno indetto una conferenza stampa per spiegare ai bisignanesi i motivi perorati. Tra le curiosità, la presenza in questa conferenza dei precedenti assessori al Bilancio, silurati negli anni precedenti dall’attuale amministrazione, ovvero Antonello Gallo e Arturo Vilardi. I tre della minoranza (anche in nome dell’assente Sandro Vilardi) hanno poi elencato le motivazioni dell’abbandono della sala consiliare, supportata dalle cifre che non quadrano all’interno del municipio e da aspetti su cui riflettere: l’ente avrebbe incassato pochissimo nella riscossione della tari e dei servizi idrici, e le prestazioni in città non sono neanche migliorate. La maggioranza ha replicato pochi giorni fa, sottolineando come l’impegno dell’amministrazione è tendente al bene della comunità. Da Collina Castello hanno ribadito: «Anche per quest’anno vengono mantenuti gli equilibri finanziari, sia di parte corrente che di parte capitale, per come debitamente certificato dal revisore dei conti. Inoltre, fra qualche giorno, si concluderà l’iter procedurale per accedere all’anticipazione di liquidità della Cassa depositi e prestiti, la quale consentirà il pagamento dei debiti certi, liquidi ed esigibili al 31 dicembre 2014. Si tratta di immettere oltre un milione di euro, parliamo di liquidità, nel tessuto produttivo privato, con conseguente allontanamento dello spettro del fallimento per centinaia di fornitori». Dove sta dunque la verità dei conti bisignanesi? Un tema, quidni, che farà sicuramente discutere nelle prossime settimane, dove altre questioni spinose usciranno allo scoperto in quanto non completamente risolte.

Masman

Dm Web di De Marco Fabrizio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here