Videoludica vs audiovisivi: il meglio dell’offerta digitale per il 2021

Letture: 1130


Chi l’ha detto che il tempo per i platform gaming è passato e che chi li pratica è solo un nostalgico in preda al trend del retrogaming? La sfida lanciata dallo sviluppatore Max Garkavyy sembra rispondere proprio al quesito di cui sopra. Il 2020 è diventato infatti il tema per un gioco dove si fa ironia un po’ sardonica su quello che abbiamo appena vissuto e si spera presto archiviato.

Il gioco dedicato all’anno atroce del 2020

Così si procede tra incendi, koala bisognosi delle nostre cure, scorte di carta igienica e quarantene. Sono cinque minuti di svago che ogni utente appassionati di giochi, videogames e tecnologia che si rispetti dovrebbe provare almeno una volta. L’importanza di saper ridere e sdrammatizzare per tutto quello che abbiamo vissuto è ora visibile,in modo intelligente, in un gioco che ricorda quasi più un Doodle di Google che un gioco vero e proprio. Tecnicamente si può infatti parlare di side scroller, il quale non ha bisogno di essere scaricato, compresso e lanciato tramite app, in quanto è un browser games, come categoria fondamentale di riferimento. Come si suol dire l’hype in questo caso parte più che altro dall’ideazione di una iniziativa, più che dalla realizzazione, dalla grafica e dal gameplay vero e proprio. Segno di come il trend del 2021 ricalchi in modo formidabile quello della scorsa irripetibile stagione. Un anno che se non è stato il top per l’aggregazione e lo svago fuori casa, ha invece ottenuto una crescita esponenziale per il divertimento di tipo domestico. Sono cresciuti i dati per tutta la filiera dell’intrattenimento.

Audiovisivi: quali sono stati i top per il 2020

Passiamo senza soluzione di continuità dallo streaming video a quello musicale, con Spotify, Amazon Music e Youtube Premium, attraverso le piattaforme di streaming video come Now Tv, Netflix e soprattutto Disney Plus, che durante il mese di marzo 2020 è sbarcata con successo anche in Europa e di conseguenza in Italia. Non solo, visto che per le software house quello da poco concluso è stato l’anno del boom e della definitiva affermazione consacrazione, con un fatturato che ha superato i due miliardi di euro. Niente a che vedere con i numeri che Canada, Stati Uniti e Asia producono ormai da un decennio, ma un passo in avanti e uno step necessario e programmatico per quello che accadrà nei prossimi 10 anni per la filiera delle software house, del gaming e per il settore del gambling online.

I giochi di casinò più diffusi e popolari del momento

Tra le attrattive del gioco digitale d’azzardo legale, troviamo realtà come le roulette europee, le slot digital con jackpot progressivi e alcuni giochi di abilità come il baccarat e soprattutto il blackjack, noto anche con il nome di 21. Il blackjack ha ormai consolidato la propria posizione tra gli aspetti del casinò online con migliori performance durante il biennio scorso. Gradualmente con il nuovo fenomeno delle sale da gioco digitali, in Italia c’è un nuovo gioco di abilità che sta diventando sempre più conosciuto: il blackjack. Un gioco che naturalmente nei contesti e negli ambienti degli appassionati, era già molto popolare e diffuso, al pari di altre attrattive come il sette e mezzo, il baccarat e naturalmente il poker texano. Non è un gioco difficile da imparare, specialmente se si proviene dai giochi di carte classici all’italiana come il sette e mezzo o se si conoscono i fondamentali del poker. Ora con il black jack regole le nozioni importanti riguardano il valore nominale delle carte e tutte le opzioni possibili per vincere contro il dealer, visto che è un tipo di gioco player vs player. Rispetto al poker è un gioco in apparenza più semplice, visto che il seme delle carte non ha valore e che non ci sono combinazioni complesse come le scale o le coppie. L’importante qui è ottenere il punteggio più elevato senza andare oltre il 21 e quindi sballare, come si usa dire tra giocatore e dealer. Oggi il gioco online legale è un argomento d’attualità è un tema piuttosto controverso. È stato studiato come in alcuni casi possa causare disturbi che portano a problematiche in quanto un giocatore potrebbe rivelare una vera e propria dipendenza patologica. Bisogna specificare che è preferibile giocare nei limiti delle possibilità economiche di cui si dispone, con moderazione e in forma responsabile.