Tributi arretrati, alt ai pignoramenti

E’ stata chiara la posizione del movimento socio-politico-culturale, “Rinnoviamo Bisignano”, espressa nel corso di una conferenza sul problema legato al blocco dei conti correnti bancari e postali delle cifre dovute dai cittadini morosi, per tributi arretrati: rivedere “l’atto scellerato”, com’è stato definito dal presidente del movimento Andrea Algieri, anche nella sua veste di consigliere comunale, perchè la “situazione è gravissima” come ha ribadito il portavoce, Alessandro Perrone. Quest’ultimo, nel richiamare l’amministrazione ad una precisa “assunzione di responsabilità” ha parlato di “pressapochismo e dilettantismo amministrativo” perchè è stato consentito alla Cerin, società che riscuote i tributi, di “procedere alla riscossione coatta presso terzi”, la conferenza stampa deve servire anche per “sollecitare la coscienza dei cittadini”.

A Perrone ha fatto eco Andrea Algieri il quale, dopo avere duramente contestato i provvedimenti di pignoramento anche per pochi spiccioli “per 41 euro pignorano il conto corrente”, ha precisato che il suo gruppo non vuole “assolutamente fare speculazione politica” ma solo accettare la responsabilità che sono politiche “totalmente dell’amministrazione”, quindi chiederne le dimissioni.

Ma, Algieri ha precisato che dopo i giusti risentimenti e l’aspetto politico è ora di ricercare adeguate soluzioni invitando gli amministratori a sospendere “la loro indennità e mettere a disposizione le somme” per venire incontro alle spese legali che devono sostenere i cittadini interessati dal provvedimento. Fra le altre richieste alla Cerin ed all’amministrazione quelle di “garantire un piano di rateizzazione, sbloccare immediatamente i conti corrente, no al pagamento delle spese legali da parte dei cittadini”, ai colleghi dell’opposizione di chiedere immediatamente un consiglio comunale.

Rino Giovinco
su: Gazzetta del Sud (del 12/08/2014)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here