Tiro a segno: Respira lo sport per solidarietà

respiraLosport Tiro a segno: Respira lo sport per solidarietà

Qualsiasi disciplina sportiva ha il suo fascino, anche il tiro a segno che nella cittadina cratense vede impegnati alcuni entusiasti tiratori che vantano risultati eccellenti in campo nazionale. Ma il tiro a segno può diventare anche solidarietà, infatti, in questi giorni  presso il poligono di tiro Sant’Andrea di Sibari, si è svolta una due giorni di sport molto particolare, che ha visto primeggiare ancora una volta il pluridecorato tiratore bisignanese Franco Brunosio. Grazie alla collaborazione tra Lega Italiana Fibrosi Cistica ONLUS, con la FIDASC (Federazione Italiana Discipline Armi Sportive Da Caccia) e l’Associazione Tiro Dinamico Sant’Andrea, più di 200 tiratori provenienti da tutta la regione  si sono sfidati in un’appassionante competizione su tre diverse discipline di tiro: tiro con fucile a 50m, tiro con pistola a 15m e tiro con carabina ad aria compressa a 15m.

A dare l’input a questa nobilissima iniziativa è stata la campagna “Respira lo sport”, 100 eventi sportivi per la fibrosi cistica. Che cos’è Respira lo sport? E’ la campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi della Lega Italiana Fibrosi Cistica Onlus, che si svolge nel periodo estivo del 2012. Per i malati di fibrosi cistica è fondamentale condurre uno stile di vita sano, abbinato ad una corretta attività sportiva e fisiorespiratoria. Lo sport quindi per chi è affetto da da questa patologia vuol dire salute nel senso più concreto del termine, vuol dire realmente vivere di più e meglio. Questo forte legame tra salute e sport nei nostri malati ha spinto a dare il via ad una manifestazione nazionale a carattere sportivo con il fine di promuovere lo sport abbinato alla solidarietà, divulgare informazioni sulla fibrosi cistica e raccogliere fondi per migliorare la qualità della vita e delle cure dei pazienti affetti.

L’intero incasso della manifestazione è stato infatti devoluto in beneficenza a sostegno della ricerca scientifica e del miglioramento delle strutture di assistenza ai pazienti affetti da fibrosi cistica. Per ciò che concerne la competizione di tiro a segno va sottolineata la presenza di giovanissimi tiratori, nella categoria ad aria compressa, e anche diverse tiratrici. Questi i risultati e i podi delle tre diverse discipline: nel tiro con fucile primo classificato Franco Brunosio, secondo Elia Gabriele e terzo Ernesto Cosenza; nella gara con pistola primo classificato Manna Francesco, secondo Franco Brunosio e terzo Antonio Tiburzi; nella gara con carabina ad aria compressa primo classificato Sandonato Daniele, secondo Rugero Luigi e terzo Franco Brunosio. Per quanto riguarda i giovanissimi, nella categoria juniores primo classificato Cavaliere Giuseppe, secondo Imbrogno Francesco e terzo Viola Piero.

Va evidenziato, nella gara con fucile a 50 m, lo straordinario punteggio di 40 su 40 di Franco Brunosio, che ha quindi marcato, il bersaglio con raffigurato il cinghiale, con quattro 10, conseguendo la supercoppa di campione assoluto offerta dalla regione Calabria, consegnatagli dal consigliere regionale Gianluca Gallo. Era presente alla manifestazione anche l’assessore allo sport e alle politiche giovanili del comune di Cassano Ionio, Conte Valentina, che ha premiato diversi vincitori. Un plauso va agli organizzatori, al titolare del poligono Domenico Iacobini, Antonio Rebecchi, Ernesto Cosenza, Carmine Imbrogno, Daniele Scura e Pennini Salvatore, ai direttori di tiro che con estrema professionalità hanno fatto si che le diverse gare si svolgessero con il massimo della sicurezza. Il presidente regionale della FIDASC, Tancredi Labate, ha sostenuto e voluto la gara di tiro a segno con fucile, con l’augurio che questa sia la prima di una lunga serie di iniziative benefiche. Tutti i tiratori e sostenitori, si sono dati appuntamento per l’anno prossimo per continuare questa esperienza ritenuta validissima.

Ermanno Arcuri
su: Dirittodicronaca

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here