Semifinali di Champions atto secondo

130

Dopo la schiacciante vittoria del Real Madrid contro l’Atletico, che porta i Blancos con un piede e mezzo in finale, va in scena la seconda semifinale di Champions League che vedrà di fronte Monaco e Juventus sul campo del Principato di Monaco.

Una gara non facile per la Juventus, soprattutto perché, a differenza della doppia sfida contro il Barcellona, parte con i favori del pronostico, come dimsotrano anche le migliori scommesse dei siti specializzati. Il Monaco però è una squadra tosta che quest’anno sembra aver raggiunto uno stato di grazia non indifferente, con la coppia FalcaoMbappé che fa veramente paura.

La Juventus vuole battere il Monaco, ma anche la cabala legata a questa sfida, soprattutto conoscendo quella che quasi certamente sarà la finalista di Cardiff. Nell’unico precedente in cui la Juventus ha eliminato il Monaco in semifinale, infatti, ha poi perso in finale contro il Real Madrid nel 1998. Inoltre due anni fa, prima della finale di Berlino persa contro il Barcellona, i bianconeri avevano eliminato, quella volta ai quarti, proprio i monegaschi. Per i bianconeri quella di quest’anno è la semifinale numero 12 della storia: nelle precedenti edizioni, in ben 8 occasioni hanno poi raggiunto la finale, con il magro risultato però di sole due Champions portate in bacheca.

Anche per il Monaco, però, le squadre italiane sono un tabù: nei quattro precedenti di semifinale giocate contro formazioni di serie A, i monegaschi non sono mai riusciti ad accedere alla finale. Per la Juventus invece solo vittoria contro le francesi in semifinale: Bordeaux nel 1985, Nantes nel 1996, appunto il Monaco nel 1998 e, nell’allora Coppa Uefa, il PSG nel 1993. Nel 1996 i bianconeri alzarono poi la coppa contro l’Ajax.

Per quanto riguarda gli schieramenti e le scelte dei tecnici, Jardim ha un unico dubbio da sciogliere ed è quello legato al ruolo di terzino destro destro, per il quale si contendono una maglia Tourè e Sidibè, con il primo leggermente favorito. Il Monaco dovrebbe scendere in campo con il solito 4-4-2 con Subasic in porta e difesa a 4 con Mendy, Glik e Jemerson insieme a uno dei due sopra citati. Sulla linea mediana ce la fa Bakayoko che affiancherà Moutinho con Bernardo Silva e Lemar sugli esterni. Inutile dire che la coppia d’attacco sarà formata dal duo delle meraviglie formata da Falcao e Mbappè, vera rivelazione di questa Champions.

Tra i bianconeri, Allegri dovrà fare a meno degli infortunati Pjaca e Rugani, che non sono titolari, ma rappresentano comunque delle ottime alternative, e Khedira fermato dal giudice sportivo, sostituito da Claudio Marchisio. Tedesco a parte, per il tecnico livornese, dunque, titolari tutti a disposizione e anche nel Principato di Monaco sarà 4-2-3-1 con Buffon in porta, Dani Alves sull’out destro e Alex Sandro su quello sinistro, con Chiellini e Bonucci a fare da scudo al portierone bianconero. Diga mediana con Marchisio e Pjanic che agiranno alle spalle del trio composto da Cuadrado, Dybala e Mandzukic, con il Pipita Higuain unica punta.

Proprio dall’argentino il tecnico si aspetta la zampata vincente. In questa edizione Champions per lui solo 2 gol e prestazioni di grande sacrificio ma con meno cattiveria e cinismo rispetto al campionato.