Polemica sulla scuola di liuteria. Il sindaco: “Oliverio non ci ha invitati alla conferenza”

umile-bisignano-sindaco Polemica sulla scuola di liuteria. Il sindaco: "Oliverio non ci ha invitati alla conferenza"Scontro istituzionale fra Provincia e Comune. Il sindaco Umile Bisignano esprime indignazione, ferma protesta, stupore e “rabbia” politica. “Inaccettabile ed inamissibile il comportamento del presidente Mario Oliverio”. Alla base della ferma condanna che rompe i già fragili equilibri fra i due enti, la conferenza stampa convocata da Oliverio e dal suo assessore alla Formazione professionale, Giuseppe Giudiceandrea, dal neo presidente del Cna, il bisignanese Francesco Rosa, presente la Direttrice del Festival Armonie d’Arte Chiara Giordano, il Maestro liutaio, anche lui bisignanese, Francesco Pignataro. L’iniziativa è stata organizzata per presentare alla stampa il violino costruito proprio da Pignataro, diplomato alla scuola provinciale di Bisignano sotto la guida del Maestro De Bonis. Violino consegnato al maestro Salvatore Accardo.

Ma c’è di più, nel corso dell’incontro con i giornalisti, Oliverio ha annunciato la riapertura della scuola di liuteria di Bisignnao: “questa antica e prestigiosa scuola di artigianato artistico di grandissimo valore deve essere riaperta al più presto”. Alla conferenza stampa, non erano presenti nè il maestro Vincenzo de Bonis, nè il Comune semplicemente perchè non invitati. Così il sindaco tuona: “E’ chiaro che si tratta di un’operazione elettorale. Oliverio si accorge della scuola di liuteria alla vigilia di nuove elezioni senza che lui o i suoi assessore abbiano mosso un dito in 10 nanni di amministrazione”.

Il sindaco tiene a sottolineare l’assenza grave alla conferenza stampa, del Maestro De Bonis: “Noi anche se invitati non ci saremmo andati senza la presenza del maestro Vincenzo, oltre a lui gli altri sono solo dozzinali”. Quindi giù duro: “Si accorgono della scuola e del fitto pagato a vuoto, 65 mila euro all’anno, solo dopo che il Comune è in possesso di 4 strumenti De Bonis e sopratutto alla vigilia dell’apertura del museo della liuteria e del concretizzarsi di un progetto che va oltre la scuola e guarda sopratutto all’impiego della liuteria nel sociale, un progetto che non comprenderà la provincia fino a che sarà a guida Oliverio”.

Infine il sindaco riserva una bordata anche al neo eletto presidente della Cna Francesco Rosa: “Si sono affidati a persone che non fanno più parte della storia di Bisignano perchè bocciati dagli elettori”. Il sindaco e la sua amministrazione definiscono il comportamento di Oliverio “settario, di politici di vecchio stampo”. E conclude: “Auspico che questa amministrazione sia ormai al capolinea”.

Rino Giovinco
su: Gazzetta del Sud del 04/08/2013

Dm Web di De Marco Fabrizio

3 Commenti

    • Risposta alla domanda di Mario:
      Carissimo mario, la conferenza stampa, non è stata indetta, nè dal Comune, nè dal maestro Vincenzo de Bonis ma semplicemente da Mario Oliverio. La risposta come vedi è molto semplice. Più complicato, invece, è stabilire l’origine della bordata arrivata formalmente dal Sindaco ma probabilmente non è lui la vera matrice del disappunto pure perchè la fonte originale sarebbe risultata scandalosa vista la sua l’apparteneza sinistra.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here