Palio 2016, ci siamo quasi…

BISIGNANO Mancano due settimane all’epilogo del “Palio”, ma in città già fervono i preparativi per l’evento che appassiona i bisignanesi. Rivalità, tradizioni e impegno collettivo sono gli ingredienti che riguarderanno anche l’edizione 2016 del “Palio”, patrocinata dall’amministrazione comunale e sviluppata dall’omonimo centro-studi. Nei giorni scorsi si è svolta la presentazione degli otto cavalieri che difenderanno i colori del centro storico nella manifestazione del 26 giugno, e mai come quest’anno c’è grande curiosità per scoprire se Carmine Bisignano, con il quartiere Piazza, si confermerà campione o cederà il passo al cavaliere e al cavallo più meritevole. Come sempre, non manca il dualismo tra Piano e Santa Croce, dunque tra chi ha scelto il verde come proprio colore sociale e chi l’arancione modello nazionale olandese. Piano in questa tornata ha scelto con grande anticipo come cavaliere Ivan Molino, ex San Zaccaria, mentre a Santa Croce c’è stato il tanto discusso passaggio di Claudio Amodio, che proprio con Piano è entrato nella storia di questa competizione. Santa Croce, dopo venticinque anni all’asciutto, punta con decisione a vincere quest’edizione e non a caso le redini della giostra cavalleresca saranno in mano al cavaliere più vincente del torneo. Negli altri quartieri, San Pietro ripone le sue speranze sul confermatissimo Luca Amodio, Giudecca punta su Mauro De Luca, San Simone su Aldo Fusaro, Cittadella Coscinale spera di far bene con Rosario Salvo, San Zaccaria lancia l’esordiente Dario Panico. Iniziato già il torneo di calcio storico, curato da Rita Misciasci e in svolgimento allo stadio comunale “Francesco Attico” come altra grande attrazione, sono partite le feste propiziatore con San Simone, in seguito spazio il 17 giugno per Santa Croce, il 18 a Cittadella Coscinale, il 22 a San Pietro, il 24 a San Zaccaria, il 25 a Piano: in ogni serata non mancheranno le pietanze tipiche dei quartieri e qualche spettacolo di intrattenimento. Nel programma sono previsti spazi per gli approfondimenti storici, con appositi convegni, nonché la sfilata in corteo (domenica 19) che attraverserà gli otto quartieri del centro storico. Le attenzioni maggiori, ovviamente, saranno per il 26 giugno: a mezzogiorno, nella sala “Rosario Curia” del viale Roma, ci saranno i sorteggi per gli abbinamenti tra cavalieri che si sfideranno con andata e ritorno partendo dai quarti di finale, mentre dalle 17 in poi allo stadio comunale sarà battaglia.

Massimo Maneggio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here