Lo storico Rosario Villari visita la città

rosariovillariconibibli-300x225 Lo storico Rosario Villari visita la città

Chi non ha studiato sui libri di storia del prof. Rosario Villari? Sicuramente un’intera generazione e per questo un grande onore il fatto che lo stesso ha espresso il desiderio di visitare la città assieme a sua moglie e l’ha fatto in forma privata, ma sostanziale si è dimostrata la mattinata trascorsa per le vie del centro. Villari, calabrese di nascita di Bagnara Calabra, non è solo storico ma anche politico, docente di storia moderna a Roma, Messina e Firenze, ed ex parlamentare del Pci. Si è recato nell’edicola Bentivedo per acquistare la “Repubblica” un noto giornale a tiratura nazionale e lì ha incontrato chi poi è diventato guida in questo percorso cittadino…

L’occasione è scaturita dalla partecipazione dell’illustre calabrese al Premio Vincenzo Padula ad Acri. Rosario Villari, comunque,ha espresso la volontà di far visita a Bisignano e dalla cittadina silana si è portata in quella di sant’Umile e per puro caso si è incontrato con il direttore artistico del Palio, Rosario Turco, il quale in una mattinata piovosa è diventato cicerone di una visita che resterà nella storia di questa città, per il modo semplice e costruttivo di come si è svolta. Infatti, il Turco, ha fatto visitare ai coniugi Villari la sede del Museo del Palio, con lo storico che ha magnificato le varie edizioni in quanto al corrente dell’opera che questa associazione svolge da un ventennio in Calabria, firmando il libro degli ospiti e rimanendo stupito, profondamente, dalla qualità dei risultati conseguiti nel corso del tempo di chi si impegna nel sociale. E’ stato poi la volta di intrattenersi con alcuni vasai della cittadina, che lo hanno accolto con grande gioia ed affetto, per poi visitare il santuario di sant’Umile, informandosi sulla riapertura del complesso religioso. Un calabrese doc, che non si è limitato a girare tra i vicoli, ma ha espresso desiderio di ritornare in questo luogo per approfondire un legame che si preannuncia anch’esso storico, proprio per la richiesta di Rosario Villari, che si è poi soffermato lungamente tra le mura della vasta biblioteca comunale, dove ha trovato un ambiente di ricerca e di studio all’avanguardia. Lo stesso ha manifestato di rendersi conto della liuteria e difatti gli è stato proposto un pezzo unico di quelle chitarre prodotte dai fratelli De Bonis, liutai d’arte nel mondo. Ha visitato la bottega d’arte dello stesso Rosario Turco, dove è rimasto colpito dai dipinti dell’artista che annovera tele prestigiose, constatando anche la completa libreria del figlio Francesco composta da tutti i libri scritti da Villari. Da questa visita sono scaturite una serie di impegni che riporteranno nel 2011lo storico in città. Come si può capire da questa visita inaspettata e nello stesso tempo voluta dallo storico, proprio per impregnarsi personalmente della storia bisignanese, si può intuire il ruolo che Bisignano ha assunto nel tempo, grazie ad una storia brillante che attrae anche gli addetti ai lavori a livello nazionale.

Ermanno Arcuri 
su: Nuovasibaritide

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here