Le strade tornano percorribili, ma tanti rimangono i problemi irrisolti

Si trasforma positivamente per gli automobilisti la cittadina di sant’Umile. Le principali strade e soprattutto a scorrimento veloce trovano, finalmente, quel manto stradale senza buche tutto armonicamente asfaltato. E’ in via di sistemazione la segnaletica in alcuni punti, ma l’arteria che porta al campo sportivo proveniente da Luzzi è già stata completata, così lo scorrimento veloce che porta allo svincolo autostradale, mentre anche al campo sportivo continuano i lavori di rifacimento del manto stradale. Si proseguirà nei prossimi giorni anche nel centro cittadino e questo darà respiro ad automobilisti abbastanza incavolati per le buche esistenti. Non va così bene, neppure ad inizio d’anno, per la raccolta rifiuti, sono stracolmi i cassonetti su tutte le strade e la spazzatura ormai sovrasta gli stessi raccoglitori. In centro con la raccolta differenziata le cose vanno un po’ meglio, anche se, dove sono situati i cassonetti, lo spettacolo miserevole è sempre lo stesso.

E’ vero che ci sono difficoltà nel trasferimento dei rifiuti, per le note vicende sulle discariche di riferimento, ma è anche vero che è un bel salasso per le famiglie far fronte ai tributi e sono note le lamentele di molti che si ritrovano a dover pagare su metri quadri calcolati dagli addetti  comunali che non trovano conferma con l’azienda di servizi messa in campo e autorizzata al prelievo, andando a rivisitare anche gli anni già trascorsi. Con il nuovo look, l’orgoglio degli amministratori, che affermano di aver rispettato il patto di stabilità, incalzati dalle minoranze che apostrofano questo fatto con la vendita di beni comunali che indeboliscono le proprietà dell’Ente. In tempo di crisi, comunque, tutto va bene, ma pochi si chiedono che da sempre questo Comune ha un approvvigionamento d’acqua così “burlesque” da seguire delle turnazioni o peggio il più delle volte ricevere in casa acqua non potabile, pagando un tributo su un servizio che non calcola l’acquisto di acqua da bere nei supermercati o viaggi da effettuare per andare nei comuni vicini a fare il pieno di contenitori del liquido vitale.

L’allacciamento alle condotte dell’Abatemarco non ha risolto il problema pur spendendo dei soldi della comunità, non si sa più a che santo votarsi, perché anche sant’Umile non risiede da tre anni nella chiesa sul colle della Riforma, dove si attendono i lavori di messa in sicurezza con la statua che viene proposta ai fedeli nella sala conferenza del convento oppure nel chiostro. Contraddizioni, anomalie, pensieri comuni della gente che si registrano quotidianamente. Per lo meno chi crede in Cristo ha potuto seguire la natività vivente alla quale hanno partecipato il Palio e la comunità religiosa parrocchiale, un esempio per dare maggiore credibilità ad un Natale sempre più in crisi, sperando che a febbraio ritornino le serenate. Comunque, un nuovo Pastorale verrà consegnato a Mons. Nunnari dagli amministratori e una statua di sant’Umile sarà inaugurata nel centro cittadino di viale Roma il prossimo agosto in occasione dei festeggiamenti del santo,  realizzata dal maestro della vetrofusione Silvio Vigliaturo, con la speranza che riapra al culto anche la chiesa.

Ermanno Arcuri
Fonte: Dirittodicronaca

Dm Web di De Marco Fabrizio

2 Commenti

  1. Attenzione a quell’asfalto quando pioverà!
    Ricordo inoltre che la viabilità di campagna in molti luoghi è intransitabile, senza nessuna segnalazione riferita alla pericolosità di quei percorsi dissestati. Eppure, i residenti pagano regolarmente i tributi al comune di Bisignano (allo stesso modo di chi abita al Viale Roma). Qualora cI fosse ancora qualcuno che avesse dei dubbi sull’avvenuto pagamento delle tasse i residenti si prodigheranno a pubblicare le ricevute sui giornali locali, naturalmente per mano di chi fa informazione a 360° e non soltanto ad angolo “ottuso”come purtroppo spesso avviene).

  2. Ma Ermanno Arcuri abita a Bisignano? Le principali strade? Una strada. Dovrebbe andare in giro per le “strade” di Bisignano per vedere se sono percorribili.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here