Il calcio: fino ai confini del mondo

“Se non fossi diventato un cantante sarei stato un calciatore..o rivoluzionario. Il calcio significa libertà, creatività, significa dare libero corso alla propria ispirazione.” Così disse Bob Marley sul calcio. È proprio frutto di creatività ed ispirazione ciò che è accaduto ad un calciatore di futsal in Brasile, a Campo Grande, durante una partita. Calcio d’angolo per gli avversari, il portiere la tiene senza problemi e rilancia verso la metà campo dove a rincorrere palla ci sono due della sua squadra e quattro avversari. Dei due, uno passa palla all’altro, che con classe e tecnica non indifferenti, si libera dell’asfissiante pressing, salta il portiere a “bicicletta” e segna. Solo qualche giorno fa, parlavamo del futsal bisignanese, ed è la prova di come, uno sport dimenticato, un semplice sport che non ha bisogno di attrezzature costose come molti altri, può accomunare due realtà così distanti, così diverse. La prova di come il calcio è qualcosa di rivoluzionario, rende liberi dai confini, liberi dai pregiudizi. Abituati al calcio a 11, abbiamo perso di vista la spettacolarità del calcio a 5, i gol strepitosi di Falcão, per esempio; gli innumerevoli assist di Ricardinho. Il calcio in sé regala tante emozioni, commentare il lunedì negli uffici e nelle scuole, prendersi in giro a suon di sfottò, trovare amici, o il semplice passare del tempo alla tv ad informarsi su cessioni e acquisti della squadra del cuore. Il calcio può essere a 11, a 8, a 5, ma le emozioni che regala a calciatori e tifosi sono infinite. È uno dei pochi sport che non fa differenze di razza, di status sociale, di altezza, infatti ovunque giocano bianchi e neri, ricchi e poveri, gente di 2 metri e gente di 1 metro e 40. In fondo si parte dalle cose piccole per arrivare a quelle grandi. Eto’o raccontava che nessun trofeo vinto vale quanto la prima volta che il padre lo vide giocare in tv. Dal Camerun passiamo alla nostra Bisignano, dove lo sport non manca, e dove il calcio, a 11 ed a 5, regna sovrano, in quella sana competizione e desiderio di creatività che rende tutti più liberi, la libertà che si prova a rincorrere quel pallone.

Federica Giovinco

calcio-pallone-mondo-300x199 Il calcio: fino ai confini del mondo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here