Alunni si ritrovano per festeggiare i 50 anni

Probabilmente la scuola è cambiata e così alcuni valori che, invece, persistono in chi l’ha frequentata molti anni fa, essi si esprimono anche oggi grazie a persone che non dimenticano il loro passato, quel quinquennio 1966-71 frequentato al plesso di Piano. Lo testimoniano gli alunni delle Elementari che hanno frequentato la scuola ben trentanove anni fa, rimanendo sempre in rapporto di amicizia fra loro e con i docenti del tempo, per festeggiare i propri cinquant’anni, ricordando tutti assieme questo evento con i professori Alfonsino Nicoletti e Concetta Provenzano, che nella vita sono marito e moglie.

L’incontro tra ex alunni e professori si è consumato in un locale bisigannese, percorrendo le fasi di questo lungo passato, che ha portato ragazzi e ragazze a diventare uomini e donne, a trovare una sistemazione professionale nella vita, anche da parte di chi ha trovato fortuna al di là dei confini nazionali e per l’occasione è tornato per rivivere emozioni di gioventù. Un quadretto che la manifestazione avvenuta alcuni giorni fa è stato incorniciato ricordando quei periodi in cui la vita di ognuno guardava al futuro con entusiasmo, imparando le prime nozioni che una scuola moderna cerca disperatamente di far rivivere lo stesso pathos, ma che spesso non riesce, perché sono cambiati i tempi e la scuola rigida di una volta, ma nello stesso tempo così umana, si rimpiange eccome.
Persone, quindi, che hanno costituito una famiglia, che si sono ritrovati per riabbracciarsi dopo mezzo secolo, per scambiarsi affettuosità e ritornare per un giorno i bambini d’un tempo. Particolarmente emozionati anche i docenti Nicoletti e Provenzano, il primo ha anche ricoperto la carica di direttore scolastico negli anni successivi e proprio per questa sua permeata appartenenza ad un istituto che ha contribuito a portare ai fasti di cui gode oggi, ha ricordato piacevolmente un periodo di vita che ha garantito grosse soddisfazioni. Tra i presenti ognuno ricordava qualcosa di particolare per poi spiegare cosa la vita gli ha riservato in questi anni, un motivo in più per insegnare ai propri figli quali nobili valori universali hanno recepito da chi si è speso per l’insegnamento e ancora una volta prova la stessa identica soddisfazione vedendo tutti assieme la stessa scolaresca che una foto dell’epoca ricorda in tutti i suoi particolari. Prima di tagliare la fatidica torta per festeggiare, proprio in questa circostanza, quel calore, quell’atmosfera intrisa d’armonia ha contribuito ad allungare quei ricordi così sensibili con la promessa di ritrovarsi ancora una volta e far primeggiare amore ed amicizia, affetto reciproco e speranza per i propri figli.

Ermanno Arcuri
su Nuovasibaritide

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here